Alan Moore annuncia il suo ritiro dal mondo dei fumetti, ecco l’annuncio shock

Uno dei più grandi fumettisti di tutti i tempi, Alan Moore, annuncia il suo ritiro. Ecco le motivazioni dell’artista circa il suo abbandono delle scene

Tramite un annuncio shock, rilasciato in occasione di una conferenza stampa per la presentazione del suo ultimo libro (Jerusalem), Alan Moore ha dichiarato di non voler fare più fumetti.

Alan Moore, autore e responsabile di opere del calibro di Batman: The Killing Joke, Watchmen e V per Vendetta, ha deciso di chiudere con il mondo dei fumetti; rilasciando la seguente dichiarazione:

In me ho ancora circa 250 pagine di fumetto e probabilmente saranno molto divertenti. Ci sono un paio di numeri per una testata Avatar che sto realizzando ora, parte di un’opera su Lovecraft a cui ho lavorato di recente. Poi io e Kevin O’Neill concluderemo Cinema Purgatorio, del quale ci rimane un volume, e abbiamo da completare anche La Lega degli Straordinari Gentleman. Dopodiché, forse produrrò qualcosa di molto breve, ma posso affermare di aver chiuso con i fumetti.

Ho fatto abbastanza per il fumetto. Ho fatto tutto ciò che ho potuto. Credo che se continuassi a lavorare in questo ambiente, inevitabilmente le mie idee ne soffrirebbero, finireste per vedermi aggirare in territori già esplorati, e sicuramente sia io che voi meritiamo di meglio.

Al momento, le cose che mi interessano sono quelle che non sono sicuro di poter fare, come i film, campo in cui non ho idea di cosa dovrei davvero fare, o i romanzi giganteschi. Cose che non avrei nemmeno la forza di portare a termine.

Nonostante sia chiaro che vedremo ancora la luce di alcune sue nuove opere, i fan sono già disperati e si stanno aggrappando alla speranza di in un ripensamento dell’artista, il quale, dopo la conferenza, non ha rilasciato ulteriori dichiarazioni in merito.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Guardian

 

Commenti
Caricamento...