Pokémon GO: il Pentagono lo dichiara fuorilegge

Il Dipartimento di Difesa statunitense vieta l’utilizzo di Pokémon GO sugli smartphone governativi

Tempi duri per tutti gli allenatori di Pokémon GO che lavorano per il Dipartimento di Difesa degli Stati Uniti, il quale ha espresso la propria opinione in merito all’app di Niantic. Il Pentagono ha chiarito che i dipendenti del Dipartimento di Difesa non dovrebbero utilizzare il famoso gioco sugli smartphone aziendali, né tantomeno lanciarsi in ricerche sfrenate di creature per le basi militari statunitensi. Il tutto è nato dall’avvistamento di una palestra Pokémon all’interno del Pentagono, più precisamente nel cortile centrale.

Il portavoce Jeff Davis, a tal riguardo ha dichiarato:

Le ultime notizie di cui dispongo dicono che c’è ancora una palestra all’interno del cortile. Non giocandoci non ne sono sicuro e dovrò girare la domanda ad altri. Potete immaginare una lunga serie di motivi per cui giocare all’interno del Pentagono non sarebbe prudente. Oltre alle questioni di sicurezza, sono sicuro che i contribuenti vorrebbero che gli smartphone governativi vengano utilizzati per motivi governativi, non certo per giocare!

Dopo l’ex ufficiale russo che punta il dito contro l’app di Niantic, anche gli USA si schierano apertamente contro al gioco. Sotto certi punti di vista, a parer mio, i ragionamenti non fanno una piega fintanto che la cosa non sfoci nella paranoia. In linea di massima sono del parere che se qualcuno è pagato per lavorare, debba lavorare, non certo inseguire Pokémon in giro. Se invece il lavoro in questione è proprio inseguire Pokémon… probabilmente questo paradosso farà collassare l’universo su sé stesso.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto.

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...