Darth Vader conquista l’Ucraina

darth vader odessa ucraina

La notizia è di un paio di giorni fa e arriva dall’Ucraina , dove è passata una legge sulla “decomunistizzazione” che impone la distruzione di tutti i simboli del regime che ancora rimangono nel Paese.

Negli ultimi due anni in Ucraina c’e stata una veria e propria guarra hai monumenti dedicati a Lenin ad opera dei nazionalisti, ma a Odessa, invece di abbattere l’ennesimo simbolo bolscevico, hanno deciso di sottoporla ad una particolare opera di restyling trasformandola in un monumento a Dart Fener. L’opera la si deve ad Alexander Milov, un artista locale, che oltre ad avere creato una scultura con un volto decisamente più simpatico ed espressivo del vecchio soggetto, ha  inserito nel casco un antenna che emette anche una rete Wi-Fi . L’auspicio è di incrementare il turismo verso la città sul Mar Nero.

“Il bronzo di Lenin è stato comunque lasciato all’interno”

svela lo scultore ad Ucraina Today. Forse si teme un ritorno alle origini o ripercussioni da una nazione non proprio di larghe vedute, ma questo è solo un pensiero personale.

Darth Vader resta comunque un personaggio particolarmente famoso in Ucraina, ad aprile durante le elezioni si era in effetti gia presentato dal vivo a Kiev come candidato per il partito di internet ( l’UIP ). Vader si era proposto anche per diventare presidente, ma la Commissione elettorale centrale l’aveva escluso, definendo la sua richiesta “discutibile”. Non gli è stato comunque permesso di votare e candidarsi in quanto non riconoscibile, anche se, secondo la BBC, l’uomo in maschera dovrebbe essere un elettricista di nome Viktor Shevchenko

Come ha raccontato l’emittente inglese   l’uomo che si veste da Vader si fa accompagnare spesso da persone vestite da altri personaggi di Guerre Stellari: durante un congresso del suo partito, Vader ha spiegato di volere trasformare l’Ucraina in un “Impero galattico”.

Di seguito vi proponiamo il filmato di propaganda elettorale, nella speranza che venga da noi a cambiare le cose.

Fonte: Rolling stone.it

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti