Una nuova Nintendo Switch potrebbe arrivare nel 2021

nintendo switch

Microsoft e Sony questo autunno si daranno battaglia per la supremazia su console con il rilascio di Xbox Series X e Play Station 5, questo ormai lo sappiamo tutti. Ma sembra che anche Nintendo stia lavorando ad una console, o meglio alla nuova Switch che dovrebbe arrivare, secondo le indiscrezioni, già nel 2021.

Dall’asta arrivano notizie confortanti per i fan Nintendo: una nuova Switch è in corso di sviluppo

Un rapporto dell’Economic Daily News di Taiwan ha affermato, in tempi non sospetti, che Nintendo era in trattative con i produttori di componenti per fornire parti per una nuova Switch con una migliore “interattività”.

In precedenza, Nintendo aveva dichiarato di non avere in programma di rilasciare nuovo hardware Switch nel 2020, il che ha senso. Ciò consentirebbe infatti a Nintendo di eludere l’imminente battaglia tra Xbox Series X e PS5 durante le festività natalizie e dare all’azienda più tempo per lavorare su qualcosa per il 2021.

Un nuovo rapporto di Bloomberg sembra confermare la fondatezza delle voci riguardanti lo sviluppo di una nuova Nintendo Switch, con più fonti “familiari con la questione” che affermano che, sebbene le specifiche non siano state finalizzate, la nuova console della casa giapponese offrirà prestazioni migliori e probabilmente (e finalmente) anche il supporto necessario per i titoli in 4K.

Anche se non ci sono ulteriori notizie in merito si vocifera che la nuova family console potrebbe avere un display più grande e di qualità superiore, oltre che prestazioni migliori e supporto per Bluetooth Audio.

Probabilmente la nuova Switch potrebbe essere dotata di uno schermo leggermente più grande di quello attuale (Joy-control permettendo) che supporta una risoluzione Full HD 1920 x 1080 in modalità portatile, insieme alla possibilità di riprodurre video 4K quando è collegata al dock. Una risoluzione 4K in modalità portatile resta tuttora piuttosto improbabile, oltre che inutile su uno schermo di 8 pollici o meno.

Per quanto riguarda le specifiche e le prestazioni, Nintendo ha molte opzioni tra cui scegliere quando si tratta di chip basati su ARM.

Nintendo ha già collaborato con Nvidia per il processore Tegra X1 presente nell’attuale Switch, e potrebbe collaborare ancora con la casa produttrice. Chissà magari la nuova Nintendo Switch conterrà un chip Tegra rinnovato in grado di supportare la DLSS, cosa che le consentirebbe di gestire meglio l’alta risoluzione e i giochi 4K senza appesantire tempi di caricamento e “sforzare” troppo la console. Il tutto potrebbe comunque passare dal tanto richiesto aumento della memoria di sistema, cosa che renderebbe ancora più più facile il supporto della grafica 4K.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2