Twitter: Elon Musk ha ritirato l’offerta per acquistare il social (che ora farà causa)

Elon Musk Twitter

Stando a quanto riportato da Reuters nelle ultime ore, il CEO di Tesla, Elon Musk, ha rinunciato all’accordo da 44 miliardi di dollari per l’acquisto della società di social media di Twitter, “citando una violazione sostanziale di molteplici termini dell’accordo”.

Elon Musk è diventato il maggiore azionista di Twitter all’inizio dell’anno e ha fatto un’offerta di $ 54,20 per azione per acquistare tutte le azioni rimanenti che attualmente non possiede. Da allora, ci sono stati diversi tira e molla tra Musk e i dirigenti di Twitter, rendendo sempre più remota la possibilità che l’affare si concludesse effettivamente.

Elon Musk fa marcia indietro su Twitter: l’acquisizione non si farà

Musk ha fatto la sua offerta per acquistare Twitter lo scorso mese di aprile e, quasi un mese dopo, a maggio, aveva rivelato che l’accordo era “temporaneamente sospeso” poiché voleva indagare sul numero di account falsi/spam presenti sul servizio.

Il CEO di Tesla e fondatore di SpaceX ha parlato a lungo sia del problema degli “spam bot” che della “libertà di parola” sulla piattaforma, con Twitter che aveva in tutta risposta affermato che meno del 5% dei suoi account erano account spam.

 

Poi è arrivata una lettera degli avvocati di Musk a giugno, in cui si chiariva l’acquisizione dell’azienda era subordinata alla ricezione di dati sui numeri dei bot di Twitter e che Twitter era in “violazione effettiva” dell’accordo della società. Musk “ha chiaramente diritto ai dati richiesti per consentirgli di prepararsi a trasferire l’attività di Twitter alla sua proprietà e per facilitare il finanziamento delle sue transazioni”, avevano scritto gli avvocati.

Twitter “ha rifiutato di fornire le informazioni che il signor Musk ha ripetutamente richiesto dal 9 maggio 2022 per facilitare la sua valutazione dello spam e degli account falsi sul piattaforma dell’azienda”, si legge nel documento scritto da Ann Lipton, professore di diritto alla Tulane University. “L’ultima offerta di Twitter di fornire semplicemente ulteriori dettagli sulle metodologie di test dell’azienda, sia attraverso materiali scritti che spiegazioni verbali, equivale a rifiutare le richieste di dati di Mr. Musk.”

La vicenda non si conclude però qui.

Twitter citerà in giudizio Elon Musk

È stato confermato che Twitter intenterà un’azione legale contro Elon Musk per la risoluzione dell’accordo di fusione.

Ecco quanto scritto sui social dal chairman dell’azienda:

Twitter è pronto a citare in giudizio Musk presso la Corte del Delaware per far rispettare l’accordo e ha espresso fiducia nel fatto che l’accordo andrà effettivamente a buon fine.

Una risposta di Musk si sta facendo ancora attendere.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2