Lun 17 Giugno, 2024

Le News della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Star Trek: Picard si svela con nuovi dettagli dei personaggi

La futura serie di Star Trek dedicata a Picard è uno degli argomenti più in voga nella comunità trekkie.

Dopo aver visto l’episodio di questa settimana di Star Trek: Discovery, con quel finale da fan service sfrenato, la voglia di veder nuove storie ambientate là dove nessun uomo è mai giunto prima è ancora più forte, e le aspettative su Picard continuano a crescere

Svelati i primi dettagli sui personaggi che appariranno nella serie TV dedicata a Picard

Facciamo un attimo il punto della situazione.

Ad oggi sappiamo che la serie dovrebbe svolgersi all’incirca intorno al 2389, vent’anni dopo il finale di Star Trek: The Next Generation.

La distruzione di Romulus, che ha generato il discutibile nuovo corso cinematografico, è riconosciuta come facente parte della Prime Timeline (TOS, The Next Generation, Voyager, Deep Space Nine, Discovery e Enterprise, più i film al cinema sino a Nemesis).

Le novità che stanno emergendo ultimamente sono legate ad altri aspetti di Picard.

La serie sarà ambientata nell’universo “classico” di Star Trek, ma non si esclude che saranno presenti eventi della Kelvin Timeline, che avranno uno svolgimento parallelo. Elemento piuttosto curioso, se non preoccupante.

Va considerato, però, che i lavori per Picard inizieranno intorno a metà aprile di quest’anno, con i responsabili del casting che hanno quindi poco meno di un mese per trovare gli attori.

Il che, per noi appassionati, si traduce nella possibilità di scoprire ulteriori informazioni, cercando informazioni come provetti agenti della Tal Shiar.

Nemmeno da dirlo, protagonista assoluto sarà il personaggio interpretato dal mitico Patrick Stewart.

star trek picard

La distruzione di Romulus ha fortemente colpito il capitano (ammesso sia ancora tale), visto che dopo aver assistito ad un cambiamento dell’assetto politico dell’Impero Romulano di cui è in parte responsabile (Nemesis), ora deve affrontare il fallimento di quel processo di avvicinamento tra Romulani e Federazione.

Ad accompagnare Picard, saranno almeno altri sette protagonisti

  • Starton: umano, etnia non precisata, sulla tretina. Specializzato in cervelli positronici è terrorizzato dallo spazio. Affascinante, è elettrizzato dalle possibilità offerte dalla collaborazione con Picard. Il suo personaggio dovrebbe cambiare attitudini nel corso della serie, ma non sappiamo ancora in che direzione.
  • Connie: donna afro-americana sulla trentina. Forte di carattere, rapida all’arrabbiatura, ma capace di perdonare. Sta affrontando la perdita del marito ed è in fuga dal proprio pianeta per sfuggire ad una sentenza di morte, due elementi che potremmo scoprire esser collegati. Pilota mercenario, utilizza la sua astronave per trasportare persone verso un misterioso artifatto, anche se il suo vascello potrebbe aver impieghi più redditizzi.
  • Lawrence: uomo sulla trentina, etnia non precisata, con una bussola morale piuttosto discutibile. Inizialmente sarà il pilota della nave di Picard, ma data la sua poco raccomandabile persona non credo sia troppo affidabile
  • Dr. Smith: tra i 30 e i 40 anni, etnia non precisata. Da quanto rivelata, sembra potrebbe trattarsi di una versione migliorata del Medico Olografico d’Emergenza (EMH), reso da celebre da Robert Picardo in Voyager e in Primo Contatto. Il personaggio è presentato come una presenza olografica che aiuta l’equipaggio in materie ingegneristiche, tattiche, investigazioni scientifiche e questioni mediche. Programmato per imparare ma non per diventare cosciente di sé, calmo, efficiente e empatico, ha comunque qualche difficoltà nel relazionarsi.
  • K’Bar: romulano di circa 17 anni, unico membro maschile dell’Ordine Spirituale, completamente femminile. Artista marziale e considerato un’arma letale, è soggetto a sbalzi d’umore e intende vivere la propria esistenza assaporandosi ogni istante. Prende la missione di Picard estremamente a cuore
  • Indira: donna sulla ventina, etnia non precisata. Estremamente intelligente e agile, non molto matura e con difficoltà nella sfera sociale. Spesso la sua intelligenza superiore soffoca la sua gentilezza, allontanandola dagli altri. Costretta a star lontano da casa, dovrà trovare il suo posto in nella galassia.
  • Alana: donna, tra i 40 e i 50, etnia non precisata. Analista eccelsa e dalla memoria prodigiosa, ha però problemi con droghe e alcol. Spesso irritabile, è molto sicura di sé al limite della superbia. In precedenza agente dell’intelligence,, vede cospirazioni ovunque.

Visto quelli che saranno i potenziali compagni di viaggio di Picard, possiamo iniziare a teorizzare quale sarà la missione dell’ex capitano dell’Enterprise.

Sembra che la passione per l’archeologia di Picard potrà esser una parte importante della missione, considerando la presenza del misterioso artefatto legato alla figura di Connie.

Curiosamente, Starton  l’unico personaggio ad avere un legame con la Flotta Stellare, salvo il passato da agente segreto di Alana (Sezione 31, magari?). viene quindi spontaneo chiedersi se Picard sia ancora un membro della Flotta Stellare.

Tutto quello che sappiamo ad oggi, tenetelo presente, potrebbe venire smentito nei prossimi mesi, quando Picard entrerà nel pieno della lavorazione. Quindi, cari trekkie, tenetevi pronti a tutto!

Tai nasha, no karosha.

Ultimi Articoli