Sensu: la recensione di una partita a colpi di ventaglio

Sensu (4)

In Giappone, l’uso dei Sensu, i ventagli pieghevoli, ha una ritualità tradizionale importantissima e noi ce ne siamo accorti di persona giocando con il gioco da tavolo vincitore del Gioco Inedito 2023, titolo di cui oggi vi proponiamo la nostra recensione.

La recensione completa di Sensu: il vincitore del premio Gioco Inedito 2023 assegnato all’ultimo Lucca Comics and Games

L’edizione del trentennale di Lucca Comics and Games è stata anche quella dove per la ventesima volta è stato assegnato l’ambito premio Gioco Inedito, organizzato in collaborazione con dV Games.

A spuntarla su ben 60 titoli partecipanti, record assoluto per il concorso, è stato Sensu di Enrico Vicario, gioco di carte (unica categoria ammessa) per 1-5 giocatori dagli 8 anni in su con una durata di circa 20-25 minuti a partita.

Si tratta di un titolo nel complesso semplice e con poche regole, ma che ci ha stupito abbastanza positivamente. Andiamo quindi ad approfondire parlandovi meglio di Sensu in questa nostra recensione.

Sensu (2)

Come si gioca a Sensu?

Innanzitutto facciamo un breve excursus sulla componentistica, anche se si tratta solo di carte (che comunque vi consigliamo di proteggere con le apposite bustine protettive.

Le carte Ventaglio sono in totale 90 e sono di 3 tipi e sono tutte numerate da 1 a 9 più 9 jolly (1-2-3, 4-5-6- e 7-8-9) per colore. Oltre a queste nella scatola troviamo anche 15 Carte Ventaglio Chiuso (5 per ciascun tipo di Ventaglio), 5 Carte riassuntive ed il Regolamento.

Intavolare il gioco richiede circa un minuto: si mettono da parte le carte Ventaglio Chiuso e si mescola il mazzo delle carte Ventaglio (togliendo quelle col simbolo dei due soffi se si gioca in meno di 4). Dopodiché se ne distribuiscono 5 a giocatore e si consegna una carta Riassuntiva a ciascuno.

Si gioca a turno compiendo una sola azione tra Pescare una carta e Giocare una Combinazione, dopo di che si passa.

Sensu (1)

Se si sceglie di Pescare, lo si può fare sia dalla cima del mazzo che dalla cima di qualsiasi pila degli scarti. Se dopo aver pescato abbiamo più di cinque carte in mano dobbiamo scartare le carte in eccesso.

Se invece abbiamo 20 punti in mano possiamo Giocare la Combinazione (formata da 3, 4 o 5 carte) per reclamare il ventaglio con il maggior numero di stecche (solitamente la carta dal valore più basso) e metterlo davanti a noi. Inoltre se la combinazione è formata da almeno 3 carte dello stesso colore e/o da due carte con lo stesso valore (jolly esclusi) possiamo reclamare anche il ventaglio (o i due ventagli se soddisfiamo entrambe le condizioni) con il minor numero di stecche.

Una volta reclamate le carte iniziamo, o continuiamo a costruire se possibile, i ventagli dei colori corrispondenti. Quando un ventaglio è formato esattamente da 10 Stecche dobbiamo reclamare la relativa Carta Ventaglio Chiuso e completarlo. Il primo giocatore a completare 2 ventagli vince!

Per i giocatori più esperti esistono anche due Varianti:

  • Il Ventaglio Prescelto: si mescolano a parte le carte Ventaglio Chiuso e se consegna una a ciascun giocatore. Quello sarà il primo ventaglio da chiudere;
  • Poteri del Ventaglio: la prima volta che un nostro ventaglio accumula due simboli colorati si compie l’azione speciale del ventaglio che può essere: pescare 3 carte e metterle in mano, prendere una carta da una pila degli scarti e aggiungerla ad un nostro ventaglio aperto oppure togliere a ciascun avversario una carta da un ventaglio aperto.

Sensu (3)

Concludiamo la nostra recensione di Sensu

L’edizione del trentennale di Lucca Comics and Games ci ha regalato quest’anno davvero un bel Gioco Inedito: Sensu è probabilmente il migliore fra tutti quelli che abbiamo recensito. Questo a riprova del fatto che la qualità tecnica degli autori emergenti è in continua crescita, grazie sicuramente al sempre crescente numero di persone che si avvicinano ai giochi da tavolo.

Come vi abbiamo anticipato intavolare il gioco richiede circa un minuto e la spiegazione meno di cinque, in quanto le regole sono davvero molto intuitive quindi non abbiate timore il gioco è perfetto anche per i giocatori non esperti.

Il regolamento è asciutto ma completo, molto chiaro e comprende anche una modalità di gioco in solitario.

Essendo un gioco di carte l’alea a volte pesa un po’ a inizio partita, ma la stessa non è fastidiosa, soprattutto visto che, a partita in corso, è possibile scegliere anche di pescare dalle diverse pile degli scarti (nostra e degli avversari) e quindi cercare di crearci la combinazione perfetta.

Sensu inoltre gira bene con qualsiasi player counter. In due è leggermente più tattico, tre è probabilmente il numero perfetto, mentre in 4 o più la componente tattica scema un pochino ma è comunque godibile.

Le Varianti infine aggiungono ancora più pepe alle partite. Il nostro consiglio è comunque quello di introdurne solo una per partita, per evitare di rendere il gioco troppo arzigogolato.

In sintesi quindi Sensu ci ha convinto e crediamo proprio che questo Natale lo intavoleremo sicuramente con amici e parenti!

Sensu (4)
Sensu: due ventagli per la vittoria
Sensu, il vincitore del Gioco Inedito 2023 è stata davvero una bella sorpresa. Semplice, lineare e senza troppe sovrastrutture è un titolo divertente e adatto a tutti. Probabilmente il migliore fra i vincitori degli ultimi anni!
Pro
Regole semplici e intuitive
Grafica semplice ma curata
Contro
La scatola non è molto resistente
7.5
Voto Finale