Nino il mio amico ninja: ritrovato un pilot dell’anime tratto dal manga di Fujiko Fujio A

nino il mio amico ninja

La bobina con la pellicola dell’episodio pilota di Nino il mio amico ninja (Ninja Hattori-kun) è stata ritrovata in un magazzino da un ricercatore della società Tokyo Kokuei.

Il filmato anime, vecchio di 50 anni, sarà recuperato, restaurato e infine digitalizzato dall’azienda con l’aiuto dei professionisti di Tokyo Laboratory, omaggiando nel migliore dei modi l’autore Fujiko Fujio A, al secolo Motoo Abiko, scomparso il mese scorso all’età di 88 anni.

Nippon TV nel lontano 1967 aveva in programma di mandare in onda una seri anime basata sul manga di Fujiko Fujio A e fece dunque realizzare un primo pilot che, però, non fu mai trasmesso.

Successivamente è stato scoperto che questo “episodio 0”, composto da due spezzoni per un totale di 15 minuti, fu invece mandato in onda da Hiroshima TV un’unica volta l’11 dicembre 1972, dalle 16:30 alle 16:45.

La società di produzione del pilot si è già sciolta, ma la casa madre Kokuei è ancora esistente.

Trama di Nino il mio amico ninja (Ninja Hattori-kun)

Ken (Ken’ichi Misoba) è un bambino che frequenta la scuola elementare con scarsi rendimenti che fa amicizia con giovane ragazzino ninja chiamato Nino (Kanzo Hattori). Nino, insieme al suo fratellino Lino (Shinzo Hattori) e cane-ninja Shishi (Shishi-maru) cominciano a frequentare sempre più spesso la casa e la famiglia di Ken, aiutando lo scolaro (tutt’altro che modello) nella vita quotidiana grazie all’utilizzo delle tecniche ninja.

Nino si comporta quasi come un fratello maggiore per Ken, proteggendolo anche dai dispetti di Amilcare (Kemumaki Kemuzo), un altro abile ragazzo ninja antagonista di Nino che, insieme al gatto-ninja Lucifero (Kagechiyo) tenterà più volte di sabotare i buoni propositi di Ken intromettendosi anche tra il ragazzino e il suo interesse amoroso Laura (Yumeko).

In tutto questo il variegato gruppo di amici-nemici ne combinerà di tutti i colori.

Il manga Ninja Hattori-kun, scritto e illustrato da Fujiko Fujio A, è stato pubblicato sulla rivista Weekly Shōnen Sunday di Shogakukan  dal 1964 al 1968.

A questo punto non possiamo evitare di ascoltare la sigla italiana di Nino il mio amico ninja cantata dai Cavalieri del Re, brano indimenticabile grazie proprio al sound creato da Riccardo Zara.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2