Kelp: l’ultima sfida fra squalo e polpo è un successo su Kickstarter

Kelp 1

Kelp, il nuovo gioco da tavolo uno contro uno di Wonderbow Games (progettato da Carl Robinson) sta avendo un grande successo su Kickstarter.

Si tratta di un gioco da tavolo per due giocatori, che si battono finché per uno dei due ci sarà una fine, probabilmente amara e sanguinosa. I contententi si sfidano usando due set di componenti, meccaniche e obiettivi molto diversi fra loro in un interessante gameplay asimmetrico.

Kelp rimescola le carte del classico scenario del gatto e del topo con quelle del nascondino affidando ai giocatori due ruoli diversi ed appositamente progettati per creare una tensione altalenante che si sposta sistematicamente da un lato all’altro del tavolo.

Il giocatore che interpreta lo squalo giocherà una partita molto tattica cercando  il nascondiglio del polpo fra le fronde subacquee, sfruttando i suoi sensi e cercando di mettere alle strette la sua preda. Dall’altro lato, il polpo potrà nascondersi o inseguire il proprio cibo per conquistare la vittoria e sarà costretto a fare scelte strategiche più a lungo raggio.

Il giocatore che controlla lo squalo acquisirà nel corso del gioco sempre più dadi, con una originale meccanica di dice building, e potrà utilizzarli per manovrare le correnti oceaniche del tabellone. Quegli stessi dadi vengono utilizzati anche per frugare tra potenziali nascondigli nel tentativo di stanare il nemico a otto zampe. Lo squalo inizia con solo pochi dadi ma diventerà più letale ad ogni turno man mano che nuovi dadi verranno aggiunti al sacchetto, mitigando sempre di più l’alea. In alternativa possono investire i dadi in nuove e potenti abilità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wonderbow Games (@wonderbowgames)


Il giocatore del polpo impiegherà meno un approccio tattico e dovrà fare un uso più strategico delle risorse, vale a dire un mazzo di carte. Ciascuno dei potenziali nascondigli del polpo è indicato da un blocco con un simbolo nascosto al giocatore dello squalo. Rivelandolo, si possono giocare carte dalla mano influenzando il tabellone. Per esempio sarà possibile scambiare le tessere o mescolarle di nuovo nel sacchetto, allontanando lo squalo dalle proprie tracce. Analogamente a quello che il dado fa con i dadi anche il polpo può anche aggiungere carte abilità al proprio mazzo o eliminare le carte indesiderate.

La sfida si può concludere in tre modi diversi:

  • se lo squalo non riesce a trovare il polipo nel momento in cui posiziona il settimo e ultimo dado sul tracciato della fame – che aumenta ad ogni turno – è troppo esausto per continuare la caccia e deve arrendersi.
  • lo squalo vince se attacca con successo il polpo. Questo è molto più difficile di quanto sembri, poiché le carte del polpo consentono loro di sacrificare arti e altri vantaggi per sopravvivere.
  • il giocatore del polpo può anche conquistare la vittoria divorando tutti i krill sul tabellone prima che lo squalo li trovi.

La campagna di finanziamento su Kickstarter per Kelp durerà fino al 5 dicembre e mira a produrre un’edizione fisica del gioco che inizierà a essere spedita ai sostenitori nell’ottobre 2024. Ad oggi il gioco è stato sostenuto da oltre 9.500 backer ed ha già raccolto circa 640.000 €.

Una vendita al dettaglio è stata comunque pianificata in seguito alla campagna di crowdfunding, quindi qualora voleste pensarci ancora un po’ e leggervi qualche recensione prima di decidere, probabilmente potrete comprare l’edizione retail nel 2025 (se riuscite ad aspettare così tanto, ovviamente!).