Mer 24 Luglio, 2024

Le News della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Allunaggio fallito per la Russia: la sonda Luna-25 si è schiantata sul nostro satellite

Luna-25, la sonda russa che sarebbe dovuta allunare sul nostro satellite nella giornata di domani, si è schiantata sul nostro satellite.

L’ufficialità è arrivata direttamente da un comunicato stampa dell’agenzia spaziale russa Roscosmos che ha rivelato come la sonda abbia avuto una “collisione con la superficie lunare” he ne ha provocato la distruzione.

Al momento pare che l’incidente sia stato una conseguenza di un’errata accensione dei sistemi per la frenata, operazione durata più a lungo del previsto che ha compromesso l’orbita della sonda che è andata fuori controllo, con i russi che hanno perso anche la telemetria di Luna-25. Successivamente. il controllo missione a terra non è stato più in grado né di riprendere la guidance né di ricevere segnali dalla sonda.

“Durante l’operazione di discesa si è verificata una situazione d’emergenza a bordo della sonda” ha rivelato la Roscosmoscos, “Cosa che non ha permesso di eseguire la manovra secondo i parametri specificati”.

Luna-25 era partita nella notte tra il 10 e l’11 agosto dal cosmodromo di Vostochny a bordo del razzo Soyuz-2.1b, con la sonda spaziale che era riuscita a entrare nell’orbita lunare mercoledì scorso. L’allunaggio morbido era previsto per lunedì nei pressi del polo sud lunare.

Lo sfortunato ritorno della Russia sulla Luna

Fallisce così il primo tentativo della Russia di ritornare sulla superficie lunare a quasi 50 anni di distanza da Luna-24, missione datata 1976 quando l’Unione Sovietica e la sua Agenzia Spaziale erano ancora al loro apice.

Originariamente battezzata come Luna-Glob lander 1, la sonda russa rappresentava la prima fase del programma di esplorazione lunare di Mosca denominato Luna-Glob. Si tratta di un’iniziativa scientifico-tecnologica molto più ampia concepita come diretta evoluzione del programma spaziale Luna/Lunik avviato dall’URSS negli anni ’70 come immediata risposta alla conquista della Luna da parte degli americani.

La missione di Luna-25 prevedeva la raccolta di campioni di suolo lunare da analizzare sul posto. All’atto pratico, però, la missione russa era stata ideata per testare la capacità tecnologica di Mosca di portare sul suolo lunare apparecchiature con procedure di allunaggio completa e in assoluta sicurezza, cosa che, purtroppo, si è rivelata al momento fallimentare.

Ultimi Articoli