Marvel ha una polizia segreta che indaga sui leak e organizza depistaggi e tranelli

Ogni grande produzione hollywoodiana e non ormai sembra essere alla mercé di leak e fughe di notizie tanto che, a quanto pare, Marvel ricorre a una specie di polizia segreta al suo interno per evitare, quanto più possibile, la perdita di informazioni riservate riguardanti film, serie TV e non solo.

A rivelare l’esistenza di  questa speciale task force “anti-leak” è stato il regista e sceneggiatore nerd Kevin Smith nel corso di una recente puntata del suo FatMan Beyond LIVE su YouTube.

Kevin Smith conferma: esiste una polizia segreta interna della Marvel

Smith ha infatti rivelato di aver appreso di recente di questa “polizia Marvel” grazie alla quale gli studios non solo vanno alla ricerca di coloro che si sono lasciati scappare informazioni confidenziali, ma organizzano accurati depistaggi e tranelli per sviare l’attenzione da ciò che è davvero di primaria importante per le sue produzioni.

Non penso che questa rivelazione possa arrecare danni a ciò che fanno, ma si tratta di qualcosa di molto divertente che mi arriva dall’interno di quel mondo grazie a fonti che, chiaramente, non posso citare apertamente, ma che sono attendibili.

C’è una polizia segreta della Marvel che, quando si verificano leak e fughe di notizie, si occupa non solo di indagare all’interno dei vari dipartimenti per scoprire chi o cosa ha originato la perdita di informazioni, ma mette in atto anche degli astuti stratagemmi.

Per esempio quando ci sono le audizioni fanno leggere battute che non hanno nulla a che vedere con il film di cui stanno facendo i provini. Sono espertissimi nell’arte del “Guarda qua!”, mentre i segreti e le informazioni importanti sono da tutt’altra parte.

A volte lasciano trapelare volutamente delle informazioni che sembrano riservate riguardanti personaggi ben noti ma che in quello specifico film non esistono. Piazzano anche delle trappole con ordini del giorno fasulli per scoprire se queste informazioni vengono rivelate, seguendone facilmente le tracce fino ai colpevoli.  È una roba a livello di Watergate .

La polizia Marvel non è però infallibile

Smith, alla fine, scherza proprio sul modus operandi della polizia segreta Marvel citando i tanti rumor che riguardano proprio una delle più attese produzioni cinematografiche degli Studios:

Viene fatto tutto il possibile con l’obiettivo unico di “Dobbiamo mantenere il segreto” e, nel frattempo, ormai sappiamo tutti che ci saranno 96 Spider-man nel prossimo film di Spider-Man.

Proprio a proposito di Spider-Man, la polizia segreta Marvel ha sicuramente in Tom Holland uno dei suoi osservati speciali, tanto che l’attore – al suo sesto film come Arrampicamuri – sembra aver capito che bisogna tenere la bocca chiusa.