Attack on Titan: in Cina i fan organizzano un vero funerale a uno degli eroi del manga

funerale attack on titan

Per non correre il rischio di spoiler riguardante il finale de L’Attacco dei Giganti, è meglio per voi non continuare con la lettura di questo articolo.

Se siate ancora qui, sappiate che in Cina alcuni fan hanno organizzato un vero funerale per uno dei protagonisti di Attack on Titan perito durante il controverso finale del manga, conclusione che sembra stia provocando rimorsi anche ad Hajime Isayama.

Un vero funerale per uno degli eroi di Attack on Titan

Le esequie a Eren, caduto alla fine della sua discesa verso la follia genocida per mano dei suoi amici più cari, sono testimoniate da un video con tanto di corteo funebre (i cui componenti indossavano la mantella dell’Armata Ricognitiva) e di discorso di commiato:

Isayama non porterà mai via chi ha inseguito la sua libertà e ha salvato Paradis. Tatakae (donate i vostri cuori). Sono davvero in lacrime. Che immensa perdita è questa.

La cerimonia assume un significato ancora più importante per il fandom di Attack on Titan se consideriamo che in Cina l’anime è vietato, quindi oltre alla passione i fan cinesi hanno messo in campo anche una buona dose di coraggio per organizzare questo funerale.

Di cosa parla L’Attacco dei Giganti?

In un universo alternativo la razza umana fu quasi sterminata dall’avvento dei Giganti, colossali creature umanoidi all’apparenza privi di intelligenza che divoravano gli uomini più per piacere che per fame.

I sopravvissuti si rinchiusero così all’interno di città circondate da mastodontiche mura contenitive alte più del più grande dei giganti.

Eren è un adolescente che vive in una di queste città, dove non si vede un gigante da oltre un secolo, ma presto un orrore indicibile si palesa alle porte della città con un gigante molto più alto del normale e molto più intelligente  che abbatte le mura seminando morte e distruzione tra la popolazione.

Vinto il terrore iniziale, Eren si ripromette di eliminare ogni singolo gigante, per vendicare la sua famiglia perita nell’attacco e tutta l’umanità arruolandosi tra le fila dell’Armata Ricognitiva, corpo militare composto da soldati che affrontano i giganti con lo scopo di ucciderli servendosi di una particolare attrezzatura.

fonte

Mostra Commenti (0)
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti