Vudù Dollz Aattla: maledizioni ancora più “viuuuleeente” con la nuova bambolina di Red Glove

Vudù Dollz Aattla
Vudù Dollz Aattla
Data di uscita
2019
Editore
Red Glove
Autori
Marco Valtriani e Francesco Giovo
Acquistalo su...

Streghe, stregoni, maghetti e bamboline varie gioite, perché il temibile Aattla, sottoforma di Vudù Dollz, è arrivato per movimentare ancora di più i vostri riti e le vostre maledizioni. Siamo tutti pronti a battere i pugni con violenza e ad inveire in una lingua antica ed incomprensibile contro i nostri avversari? Bene, allora accendiamo il calderone e prepariamo gli ingredienti magici, è tempo di rispolverare qualche vecchia maledizione in compagnia della nostra nuova bambolina.

Urla e strepiti in lingua “sbabbara” accompagnano la nostra speciale recensione di Vudù Dollz Aattla

Vudù è un titolo che per molti di noi, probabilmente, non ha bisogno di presentazioni.

Rappresenta, infatti, il più famoso party game di Red Glove, casa editrice toscana che, per chi non lo sapesse, può vantarsi di progettare e produrre totalmente in Italia ciascuno dei suoi giochi senza ricorrere all’acquisto dall’estero di nessuno dei componenti inclusi nelle scatole, seguendo un’invidiabile e virtuosa politica 100% Made in Italy (chapeau)!

È comunque doveroso, per chi non lo conoscesse, fare un rapido excursus sul gioco base prima di passare al cuore di questo speciale, riguardante la Vudù Dollz Aattla, espansione del gioco, che come vedrete ci ha particolarmente divertito, tanto che abbiamo deciso di dedicarle una speciale menzione in questa breve recensione.

Vudù: il gioco base

Ridi, ridi, te ridi… passami lo martello, poggia la mano su questo lo pietrone, sei pronto?

Da Attila: Flagello di Dio. Ironicamente dedicata a chi non conosce Vudù.

Vudù è un party game veloce, semplice ed esilarante, per 3-6 giocatori, dagli 8 anni in su, ideato da Marco Valtriani e Francesco Giovo.

Il gameplay è molto semplice. I giocatori si trasformano in streghe e stregoni alle prese con la creazione di incantesimi, da lanciare contro gli avversari al fine di accumulare per primi 11 punti e venire eletti vincitori!

A turno i giocatori lanciano i 5 Dadi Ingrediente, che possono essere spesi per lanciare ad un avversario una delle maledizioni presenti nella propria mano di carte, se i risultati corrispondono agli ingredienti richiesti dalla carta stessa, oppure per acquistare nuove Carte Maledizione o Artefatto.

Ultima alternativa a disposizione è quella di scartare, di volta in volta, un dado per ritirare gli altri, prima di passare la bambolina Vudù al giocatore successivo che inizierà il proprio turno.

Chi lancia la maledizione guadagna immediatamente punti vittoria, chi la riceve dovrà giocare rispettando la penalità assegnata (per esempio giocare con le gambe incrociate, oppure grugnire prima di ogni lancio di dadi) altrimenti, rompendo la maledizione, regalerà altri punti all’avversario che l’ha lanciata.

Se ancora non lo possedete potete acquistare il gioco base A QUESTO INDIRIZZO, sarà obbligatorio averlo per poter giocare con l’espansione Vudù Dollz Aattla.

Il contenuto della scatola di Vudù Dollz Aattla

Vudù Dollz Aattla si presenta in una confezione standard di plastica trasparente, all’interno della quale troviamo:

  • 1 bambolina Aattla e relativa carta;
  • 3 carte Luogo;
  • 3 Carte Artefatto Ancestrale;
  • 1 carta regolamento.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Com’è la vostra #dollz ? • • #vudùdollz #tabletop #boardgames #tabletopgames #boardgame #geek #nerd #nerdlife #redglove #dolls #giochidatavolo

Un post condiviso da JustNerd (@justnerd_it) in data:


Tutte le carte incluse nell’espansione sono, esattamente come quelle del gioco base di dimensione French Tarot 61 x 112mm. Come al solito vi consigliamo di proteggerle tutte con le apposite bustine protettive.

Tutte le novità apportate dalla nuova espansione

La Vudù Dollz Attla può essere utilizzata in combinazione con qualsiasi altra espansione di Vudù ma, come accennato poc’anzi, è necessario possedere almeno il gioco base.

A differenza delle precedenti espansioni, le Vudù Dollz ravvivano il gameplay apportando sia 6 nuove carte, sia una nuova bambolina che non sostituirà però quella già presente nel gioco, che dovrà comunque, come di consueto, passare di mano di turno in turno.

Oneri ed onori conseguenti all’assegnazione di Aattla rimangono invece in capo al possessore della bambolina fintanto che la condizione di passaggio non viene soddisfatta.

Nel nostro caso la simpatica bambola viene assegnata ogni volta al giocatore di turno, qualora pescasse più di una carta da 1 o più mazzi nel proprio turno.

Dovremo quindi stare attenti quando decidiamo di spendere 4 dadi per acquistare due carte, se non vogliamo ritrovarci un barbaro urlante sul groppone!

Una volta che la Vudù Dollz sarà in nostro possesso otterremo La ragione di chi urla, ossia il potere speciale di Aattla, ma anche la maledizione Zampa di Ferro (nome probabilmente ispirato ad Attila: flagello di Dio, il celebre film degli anni ’80 con Diego Abatantuono di cui sopra vi abbiamo riportato una piccola citazione).

La ragione di chi urla ci permette, quando veniamo bersagliati da una maledizione, di urlare in faccia all’avversario frasi sconnesse ed in lingua barbara per avere la possibilità di tirare i dadi nella speranza che su di essi non compaia alcun ingrediente della stessa. In questo caso lo stregone che ce l’ha lanciata guadagna un punto in meno.

La maledizione Zampa di Ferro, invece, da la possibilità al giocatore che si trova in ultima posizione di lanciare una maledizione dalla propria mano al possessore di Aattla: immediatamente, gratis e senza guadagnare punti immediati. Se la maledizione non verrà rispettata, il giocatore che l’ha lanciata riceverà immediatamente sia i punti di lancio che quelli di rottura della maledizione.

Il pack di espansione include inoltre 3 nuove Carte Artefatto Ancestrale, che andranno semplicemente mescolate assieme a tutte le Carte Artefatto del gioco base e delle espansioni che stiamo utilizzando, e 3 Carte Luogo.

Queste ultime, non presenti nel gioco base, attivano maledizioni condivise che colpiscono tutti i partecipanti nel momento in cui le caselle 3,6 e 9 vengono raggiunte per la prima volta da uno dei giocatori. Il primo che romperà la maledizione farà guadagnare a tutti i maghi e le streghe, escluso sé stesso, un punto.

Le nostre impressioni in breve

Dopo alcune partite fatte in compagni della bambolina di Aattla, non possiamo che confermare che la riutilizzeremo spesso d’ora in poi.  Infatti, la nostra nuova Vudu Doll ci ha regalato partite ancora più divertenti ed è rieuscita a rendere il gameplay ancora più delirante senza appesantirlo.

Tutto ciò grazie alle maledizioni comuni inflitte dalle nuove Carte Luogo, ed alle regole speciali per il possessore della Dollz. Inoltre i nuovi e potenti Artefatti Ancestrali garantiscono ulteriore freschezza (e un pizzico di cattiveria in più) a questo maledetto simpatico party game, ormai un must have che riteniamo non dovrebbe mancare in casa di nessuno, vista la semplicità delle regole ed il fatto che è in grado di far divertire veramente chiunque!

E, qualora Aattla non ci bastasse, possiamo ulteriormente espandere il gioco con altre 3 bamboline: Niyagi Sensei, Naballa e lo zombie Hhhhh.

Potete acquistare Vudù Dollz Aattla A QUESTO INDIRIZZO, mentre per quanto riguarda le bustine protettive, vi consigliamo di usare le  Sapphire French Tarot 61 x 112 mm, che potete ACQUISTARE QUI.

...e questo?
Come riprodurre Netflix sui dispositivi Android risparmiando sulla connessione dati