Penguinramids provato a Lucca Comics and Games

Anche per l’edizione 2019 Lucca Comics and Games, in collaborazione con dVGiochi, ha pubblicato e messo in vendita il gioco vincitore del premio Gioco Inedito, quest’anno è toccato a Penguinramids.

Le nostre prime impressioni su Penguinramids, il vincitore del Gioco Inedito 2018/2019

Gioco Inedito è un concorso per autori non professionisti che mette in palio la pubblicazione del titolo vincitore, a cura di Lucca Crea e dV Giochi.

Ogni anno viene scelto un tema sul quale i partecipanti devono lavorare per cercare di creare il gioco migliore, ossia il più divertente e apprezzato dalla giuria.

Quest’anno ad essere premiato è stato Penguinramids, titolo ad opera di Guido Albini.

Noi abbiamo avuto il piacere di provarlo, allo stand dedicato, insieme ad un’altra ospite d’eccezione, la vincitrice del premio Artwork dell’anno, Roberta Esposito.

Penguinramids è un divertente gioco di carte, per 2-4 giocatori, dove il nostro obiettivo è quello di costruire delle piramidi di Pinguini Egizi, in modo tale che siano sufficientemente “stabili” da garantirci il maggior numero di punti vittoria possibili.

Per fare ciò dovremo dosare alla perfezione il peso di ciascun pinguino, facendo attenzione che i due pinguini sottostanti abbiano forza sufficiente per poterlo sorreggere.

Ogni giocatore possiede 5 carte numerate da 1 a 5. Ad ogni turno vengono rivelate quattro carte comuni, che rappresentano i pezzi che potremo acquistare per la nostra piramide di pinguini.

A questo punto i giocatori giocano in segreto una delle proprie carte personali e colui che ha giocato la carta di valore minore è il primo a scegliere una delle 4 carte appena rivelate.

Le piramidi saranno costruite su 4 livelli, e ciascun livello ci darà punti vittoria che dipenderanno dal valore del pinguino più pesante piazzato.

Al conteggio finale dei punti contribuirà anche il raggiungimento dei tre obiettivi casualmente scelti a inizio partita.

Il gioco di Guido Albini si è dimostrato essere un titolo rapido, divertente e adatto veramente a tutti.

Se volete ulteriori notizie, continuate a seguirci perché (spoiler) presto vi aggiorneremo con una recensione completa del gioco.

Nel frattempo fateci sapere cosa ne pensate con un commento qui sotto.

Leggiamo altro?
Double Rumble: sono botte da orbi nella prima espansione di 8 Bit Box – Recensione
>