Tiny Epic Galaxies: un impero galattico portatile! – Recensione

Data di uscita
2015
Autore
Scott Almes
Editore
GiochiX
Il nostro Punteggio
7.8
Lo puoi acquistare su...

Come si infilano 5 galassie in una scatola di 20 centimetri? Con Tiny Epic Galaxies ovviamente! Questo gioco da tavolo ci permette infatti di sviluppare il nostro Impero Galattico personale. Grazie alle nostre Astronavi raccoglieremo Energia e Cultura per espandere i nostri possedimenti in tutto lo spazio-tempo, assoggettando così i pianeti più diversi alla nostra Civiltà. Più diventeremo potenti, più aumenteranno le nostre possibilità. Ma attenzione! A quanto pare l’universo non è abbastanza grande per tutti.

Tiny Epic Galaxies – Recensione

Tiny Epic Galaxies è un gioco di “conquista intergalattica” di Scott Almes, padre della serie “Tiny Epic”. Questi titoli sono caratterizzati da un’ottima portabilità unita ad una profondità non banale, ed il titolo di cui parliamo oggi è il terzo in ordine cronologico, nonché uno dei più riusciti tra questi.

Nato originariamente come campagna di crowdfunding su Kickstarter nel 2015, è edito da Gamelyn Games. GiochiX è invece l’editore italiano del titolo, ed ha gestito una campagna, parallela a quella principale e nello stesso periodo, sul portale nostrano GiochiStarter.

Nella piccola scatola di Tiny Epic Galaxies

Ecco il contenuto della scatola:

  • 5 carte Galassia
  • 1 carta Comando
  • 40 carte Pianeta
  • 12 carte Missione Segreta
  • 7 dadi Azione
  • 5 segnalini Energia
  • 5 segnalini Cultura
  • 20 Astronavi
  • 5 segnalini Impero

La portabilissima scatola di Tiny Epic Galaxies trova nelle sue dimensioni contenute uno dei punti di forza del gioco: essa misura 18x13x4 centimetri; per intenderci è più piccola di 3 confezioni classiche di blu-ray poste una sull’altra. Ciò lo rende uno dei giochi, nel suo genere, più facili da portare con noi nelle nostre piccole gitarelle per passare del tempo con un gioco non banale.

I materiali

Sui materiali non si può davvero dire nulla di male: considerando il prezzo di listino, il contenuto della scatola è assolutamente adeguato non solo al costo, ma anche alle necessità del gameplay.

I segnalini in legno (le piccole astronavi sono davvero carine!), pur di dimensioni abbastanza ridotte, sono facili da maneggiare e spostare su plance personali e carte. Il cartoncino di queste ultime è di buon livello considerando che non necessitano di rimescolamenti; i più perfezionisti potranno comunque trovare utile imbustarle con le bustine che trovate A QUESTO INDIRIZZO.

Infine merita una menzione speciale la scatola in sé: è davvero realizzata in un cartone spesso e robusto, rendendola anche meno sensibile a sballottamenti e trasporti ripetuti.

Come si gioca a Tiny Epic Galaxies

Il titolo di cui parliamo è un abbastanza semplice nelle meccaniche, ma ci regala una variabilità di strategie e tattiche sorprendente rispetto alle aspettative.

Ognuno di noi rappresenta un Impero Galattico in espansione, in lotta con gli altri giocatori per il controllo dell’universo. Attraverso un’oculata gestione delle due risorse del gioco, l’Energia e la Cultura, dovremo Colonizzare Pianeti e migliorare il nostro Impero Galattico al fine di ottenere almeno 21 Punti Vittoria, determinando così la fine del gioco. Per fare ciò, ogni giocatore ha a disposizione un certo numero di Dadi Azione e di Astronavi, che crescerà durante la partita migliorando le potenzialità del proprio Impero Galattico.

Le Azioni possibili in Tiny Epic Galaxy

Il turno comincia lanciando i Dadi per determinare le Azioni Disponibili e utilizzandoli uno alla volta per eseguire l’Azione corrispondente. Ci sono anche vari modi di rilanciare i propri Dadi nel caso di un tiro sfortunato. Esistono 4 tipi diversi di azione:

  • Muovere ci permette di muovere un Astronave della nostra flotta da un pianeta all’altro
  • Ottenere Risorse (Energia o Cultura) ci garantisce la rendita, in Energia o Cultura, dei pianeti sui quali siamo presenti
  • Avanzamento Colonia (Diplomazia o Economia) ci permette di progredire nel tracciato di colonizzazione di un pianeta
  • Usare le Colonie ci fa migliorare il livello dell’Impero o, una volta colonizzati, ci permette di usare l’Azione specifica di un Pianeta Colonizzato.

Una volta “spesi” tutti i nostri dadi, e sarà fondamentale ottimizzare il più possibile l’ordine, il turno passa al giocatore successivo.

Cultura è potere

È a questo punto che entra in gioco un’altra meccanica particolare e benvenuta per limare il più possibile l’inattività degli altri giocatori: al costo di un unità di Cultura, è possibile Seguire il giocatore attivo copiandone l’azione in corso. Questo fa si che la nostra attenzione sia sempre assorbita dalle azioni altrui, eliminando il senso di pausa che caratterizza molti giochi a turni; inoltre, permette di mitigare ulteriormente l’eventuale influenza di tiri di Dado sfortunati.

Più siamo, più ci divertiamo!

Pur disponendo di una modalità solitaria, Tiny Epic Galaxies dà il meglio di sé in gruppo; nonostante sia assolutamente giocabile anche in due, la caratteristica del poter “copiare” le azioni altrui è chiaramente più godibile in un numero maggiore di giocatori, disinnescando anche il rischio di downtime (il periodo che passa tra il un turno ed il successivo dello stesso giocatore) eccessivamente lunghi e noiosi.

Se giocato con 5 giocatori, il massimo possibile, sarà comunque necessario che i giocatori non eccedano nella durata del singolo turno per lasciare che il gioco rimanga piacevole per tutti intorno al tavolo.

La durata indicata sulla scatola è di 30 minuti, anche se sarebbe forse più aderente alla durata reale stimare una decina di minuti a giocatore.

Tematica e meccaniche

Il tema dell’esplorazione e colonizzazione spaziale in Tiny Epic Galaxies è piuttosto arbitrario: la forza di questo titolo non è certo l’esperienza che regala in termini di tematicità percepita o legata alle meccaniche.

Queste ultime, al contrario, funzionano assai bene: pur avendo soltanto due risorse da gestire, ottimizzare la spesa non sarà mai un compito banale o scontato. In particolare la Cultura, garantendo la possibilità di Seguire l’azione avversaria, richiede un uso estremamente ottimizzato.

Una delle abilità più importanti per ottenere la vittoria in questo titolo è certamente quella di saper ordinare nella maniera più efficiente possibile l’esecuzione delle Azioni, dando vita anche a possibili combinazioni o concatenazioni estremamente fruttuose.

Perchè Tiny Epic Galaxies è un titolo molto particolare

La durata è piuttosto breve, ma non è un party-game. L’impianto regolistico è piuttosto semplice, ma il gioco è dotato di una buona componente tattica. Ha una discreta profondità, ma è anche semplice da trasportare ed intavolare quasi ovunque.

Per tutti questi motivi, Tiny Epic Galaxies è un titolo con pochi uguali: non nel senso di capolavoro assoluto, ma nella sua particolarità. Un gioco di (seppur non strutturata) gestione risorse, altamente tattico, più che strategico, ma rapido da spiegare, intavolare, giocare e riporre.

Eppure, può essere giocato in maniera competitiva e non qualunquista da un gruppo adatto, richiedendo uno sforzo di pensiero non indifferente per ottimizzare azioni e risorse. L’interazione tra giocatori è quasi sempre indiretta, ma non per questo non può essere sfruttata per mettere i bastoni tra le ruote degli altri giocatori al tavolo.

Le nostre conclusioni

I meccanismi al cuore di questo gioco da tavolo sono ben oliati seppur non eccessivamente originali, con la piccola eccezione dell’azione Seguire: essa rappresenta una soluzione davvero elegante per mitigare il fattore fortuna, il downtime tra un turno e l’altro nonché una possibilità da valutare sempre attentamente a seconda delle situazioni.

Tiny Epic Galaxies potrebbe avere un pubblico piuttosto vario, ma difficilmente piacerà a chi necessita di una tematica forte e sentita per apprezzare l’esperienza di gioco. Può essere un ottimo introduttivo al panorama degli eurogame per dei giocatori novizi, o anche rappresentare un’alternativa “tascabile” per coloro che non sanno rinunciare nemmeno fuoriporta ad un gioco un minimo esigente in termini tattico-strategici.

Parafrasando una frase detta su di un celebre uomo pipistrello, forse Tiny Epic Galaxies non è il titolo che ci meritiamo, ma è quello di cui abbiamo bisogno.

Tiny Epic Galaxies
Tiny Epic Galaxies si rivela un gioco che funziona molto bene ed è anche un'ottima soluzione per avere sempre con sé un titolo di un buon livello, portatile, adatto anche ai neofiti. Non aspettatevi di vivere esperienze coinvolgenti di Guerre Stellari... ma nel suo genere è un ottimo titolo!
Pro
Portabilità
Gioco adatto a molti tipi di giocatori
Semplice, veloce ma non banale
Contro
Tematica un po' poco sentita durante il gioco
Meccaniche non particolarmente originali
7.8
Voto Finale
Lo potete acquistare su...
Leggiamo altro?
Serpentarium Lucca
Serpentarium: ecco le novità in uscita al Lucca Comics and Games 2019