George R. R. Martin

Game of Thrones: ecco perchè George R.R. Martin ha rifiutato il cameo nell’ultima stagione dello show

Per tutti coloro che ormai non si fidano più di George R.R. Martin e delle sue disattese promesse su quando riuscirà a terminare The Winds of Winter, sappiate che lo scrittore statunitense ha addirittura rifiutato di apparire in un cameo in Game of Thrones 8 per non sottrarre ulteriore tempo alla scrittura del suo nuovo romanzo.

George R.R. Martin ha rifiutato di apparire in un cameo nell’ultima stagione di Game of Thrones 8

Entertainment Weekly riporta come martin abbia gentilmente declinato l’invito, rivoltogli dai produttori della serie TV de Il Trono di Spade David Benioff e Dan Weiss, di andare in Irlanda del Nord a girare alcune scene della stagione conclusiva dello show HBO.

David e Dan mi hanno invitato a interpretare un cameo in uno degli episodi finali, cosa che sono stato tentato di fare.

Ma non io non pensavo solo al piacere di recitare in un cameo, ma anche al tempo che avrei perso per spostarmi su Belfast.

Il “coscienzioso” autore della saga letteraria che ha ispirato Game of Thrones, ha rivelato di essere già apparso in un cameo realizzato per l’episodio pilota della serie TV, puntata mai andata in onda perché successivamente girata con nuovi attori:

C’è stato un mio cameo nel pilot originale che poi è stato tagliato.

Ero tra gli invitati del matrimonio di Daenerys, quando la futura madre dei Draghi era interpretata da Tamzin Merchant, cioè prima che il ruolo andasse a Emilia Clarke.

È un vero peccato perché sarebbe stato davvero bello vedere Martin in una scena di Game of Thrones 8 ma benvenga il suo rifiuto a favore di un’accelerata su The Winds of Winter.

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
Tredici: Netflix rimuove la scena del suicidio nella prima stagione