Il nuovo romanzo di Stranger Things rivelerà le origini dello sceriffo Hopper

Stranger Things: Darkness on the Edge of Town

Se come noi pensate di essere a digiuno da Stranger Things ormai da troppo tempo e non vedete l’ora che arrivi la terza stagione il prossimo mese di luglio, allora un nuovo romanzo tratto dalla serie TV di Netflix è quello che fa per voi.

È in arrivo il secondo romanzo di Stranger Things, incentrato sulla storia di un giovane detective della omicidi di New York City nel 1977: Jim Hopper

Dopo un primo romanzo incentrato sul progetto MKUltra e la mamma di Undici, un nuovo libro tratto dallo show è pronto per arrivare sugli scaffali delle librerie di mezzo mondo.

Si tratta di Stranger Things: Darkness on the Edge of Town, il romanzo scritto da Adam Christopher che racconterà la storia delle origini dello sceriffo Jim Hopper, detective della omicidi di New York City nel 1977.

Del personaggio interpretato da David Harbour, in effetti, fino ad oggi non si sapeva molto. Sapevamo che era sposato e aveva una figlia di nome Sara, la cui perdita ha segnato per sempre anche il matrimonio dello sceriffo di Stranger Things. Ora, probabilmente, grazie al secondo romanzo di quella che è una serie di libri prequel dello show, già anticipati la scorsa estate, potremo scoprire qualcosa di più sui retroscena dello sceriffo più amato di Netflix.

Dopo il primo romanzo, Stranger Things: Suspicious Minds, in vendita a partire dallo scorso 5 febbraio, e l’annunciata serie a fumetti, sembra che l’universo della serie dei fratelli Duffer diventi più grande ogni giorno che passa!

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
Il Signore degli Anelli: Amazon non potrà fare cambiamenti alla storia canonica