sam lake death stranding

Max Payne, il braccio di un bambino e Death Stranding. Epico crossover in vista?

In questo periodo di annunci bomba e delusioni video-ludiche abbiamo assistito a ogni genere di foto o easter egg.

Se però vi dicessi che esiste una foto, di Sam Lake (il volto di Max Payne) che cerca di tirare fuori un bambino dalla sua bocca mentre indossa una maglietta di Death Stranding, quale sarebbe il primo pensiero che vi verrebbe in mente?

Il canale ufficiale di Twitter della Remedy Entertainment ha pubblicato una foto dell’insolita scenetta con una scritta che vuole dire tutto o forse niente: Sam Lake today.

Sam Lake, il volto di Max Payne, si fa fotografare con la maglietta di Death Stranding e il braccio di un bambolotto di plastica in bocca. Cosa avrà voluto dire?

I fan di Kojima, e soprattutto di Max Payne, hanno subito gridato a chissà quale intreccio tra i due artisti, magari un epico crossover tra i due videogame anche se, a dire il vero, Death Stranding non ha ancora visto la luce.

Il gesto di Sam, infatti, è un chiaro riferimento trailer di Death Stranding presentato all’E3 2018, che ha fatto parlare molto di sé, dove si vede un bambino con il pollice alzato dentro al corpo di Norman Reedus.

Tuttavia le foto di Sam Lake, comunque, vanno ad aggiungersi alla lista di indizi (volutamente) confusionali riguardo al titolo della Kojima Production e, a questo punto, non vediamo davvero l’ora di sapere a cosa stiamo andando incontro.

Molti parlano già di un capolavoro senza neanche avere un’idea di che gioco possa essere, altri sono impauriti che il gioco possa rivelarsi al di sotto delle aspettative create dall’immenso hype per il titolo.

Voi cosa vi aspettate da Death Stranding? Credete che Sam Lake possa essere effettivamente coinvolto, in qualche modo, nel progetto?

Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
mega rayquaza pokémon vgc
Pokémon VGC: il nuovo regolamento vieta l’uso di Mega Rayquaza