Guardiani della Galassia

Ecco la lettera scritta dai Guardiani della Galassia per riavere James Gunn alla regia di Vol.3

Il licenziamento di James Gunn dalla regia di Guardiani della Galassia Vol. 3 sta ancora facendo discutere sul web e, dopo aver trovato numerosi sostenitori tra colleghi, amici e fan, anche i Guardiani della Galassia stessi sono scesi in campo per difendere il regista.

Una lettera dai Guardiani della Galassia chiede il ritorno di James Gunn alla regia del terzo capitolo

Ecco la lettera scritta e firmata dal cast, che chiede di poter riavere il regista dietro alla macchina da presa, pubblicata sui profili social degli attori:

“Ai nostri fan e amici:

Sosteniamo pienamente James Gunn. Siamo rimasti tutti scioccati dal suo improvviso licenziamento la scorsa settimana e abbiamo intenzionalmente aspettato questi dieci giorni per rispondere in modo da poter pensare, pregare, ascoltare e discutere. Nel frattempo siamo stati incoraggiati dal sostegno da parte di fan e da quello della stampa che desiderano entrambi vedere James reintegrato alal regia di Vol. 3. Allo stesso tempo ci siamo sentiti scoraggiati da quelli che, così facilmente, hanno creduto alle tante e strane teorie cospirative che lo circondano .

Essere nei film “Guardiani della Galassia” è stato un grande onore in ognuna delle nostre vite. Non possiamo lasciare passare questo momento senza esprimere il nostro amore, sostegno e gratitudine per James. Non siamo qui per difendere le sue battute di molti anni fa, ma piuttosto per condividere la nostra esperienza avendo trascorso molti anni insieme sul set girando Guardiani della Galassia 1 e 2. La persona che ha mostrato di essere dopo il licenziamento è coerente con l’uomo era ogni giorno sul set, e le sue scuse, oggi come quelle di anni fa, quando parlò per la prima volta delle sue battute infelici, crediamo provengano dal cuore, un cuore che tutti noi conosciamo, a cui diamo fiducia e amore. Nel scegliere ognuno di noi per aiutarlo a raccontare la storia di questi disadattati che trovano la redenzione, ha cambiato le nostre vite per sempre. Crediamo che il tema della redenzione non sia mai stato più rilevante quanto lo è ora.

Ognuno di noi non vede l’ora di lavorare nuovamente con il nostro amico James in futuro. La sua storia non è finita, nemmeno per sogno.

È stato avviato un piccolo processo nella corte dell’opinione pubblica. Probabilmente James non è l’ultima brava persona ad essere processata. Dato il crescente divario politico in questo paese, siamo certi che ci saranno anche altri casi come questo, anche se speriamo che gli Americani di tutte le ideologie politiche possano rallentare gli omicidi della coscienza e smettere di armare la mentalità della folla.

La nostra speranza è che ciò che è successo possa servire da esempio a tutti noi per rendersi conto dell’enorme responsabilità che abbiamo per noi stessi e per gli altri riguardo l’uso delle nostre parole scritte, quando le incidiamo nella pietra del mondo del digitale; che noi, come società, possiamo imparare da questa esperienza e, in futuro, pensare due volte prima di decidere cosa vogliamo esprimere; e in tal modo capire che forse si può sfruttare questa capacità per aiutare e far del bene invece che ferirsi a vicenda. Grazie per aver dedicato del tempo a leggere le nostre parole.

I Guardiani della Galassia. Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Bradley Cooper, Vin Diesel, Pom Klementieff, Michael Rooker, Sean Gunn.”

Nel frattempo, una petizione per chiedere a Disney di riassumere James Gunn ha superato la quota di 340.000 firme.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
In Star Wars: L’Ascesa di Skywalker ci saranno anche i Sith Trooper