Stranger Things: i fratelli Duffer denunciati per plagio!

I fratelli Duffer sono stati citati in giudizio per plagio per aver presumibilmente copiato l’idea alla base di Stranger Things da un cortometraggio del 2012.

Ad accusare Matt e Ross Duffer è stato il cineasta Charlie Kessler, autore di Montauk, il corto che sarebbe stato “usato” dai due registi come base per sviluppare l’acclamata serie TV Netflix.

Secondo quanto affermato da Kessler, tutto sarebbe partito da quando il cineasta aveva segnalato il suo lavoro, ispirato al famoso Progetto Montauk (una presunta serie di esperimenti governativi segreti USA svoltisi nella località omonima), ai due fratelli durante una festa al Tribeca Film Festival del 2014.

Nell’opera di Kessler, infatti, si parla della scomparsa di un bambino, della la presenza di un poliziotto con problemi personali legati al proprio passato, presenze paranormali, esperimenti segreti su bambini e mostri provnienti da altre dimensioni, il tutto avvolto da una cospirazione militare da Guerra Fredda.

È interessante notare che le origini di Stranger Things affondano le radici proprio nella stessa Montauk, dato che lo show Netflix era in principio era intitolato proprio con lo stesso nome e si sarebbe dovuto ambientare a Long Island, salvo poi “trasferirsi” ad Hawkins in Indiana.

Al momento nè i Duffer e nemmeno Netflix hanno rilasciato dichiarazioni a riguardo, con le situazioni dei querelati che comunque dovranno conoscere presto delle posizioni ufficiali poiché Kessler è intenzionato a procedere per vie legali nella richiesta di un risarcimento economico.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Screenrant

Potrebbe piacerti anche