Minute Realms: la mia recensione per il tuo reame

Minute Realms

Lanciato da dVGiochi in occasione dello scorso Lucca Comics and Games, Minute Realms è il nuovo gioco da tavolo di Stefano Castelli (Pozioni Esplosive), un titolo che ci permetterà di costruire il nostro piccolo regno in pochi minuti.

Come avrete già intuito, si tratta di un filler che non ci porterà via più di 15 – 30 minuti a partita e in cui saranno presenti da 2 a 5 aspiranti sovrani. Ma se il nostro regno sarà costruito su fondamenta solide… lo scopriremo insieme in questa recensione.

Il nostro reame in una scatola

Nella scatola di Minute Realms troveremo:

  • 56 carte edificio,
  • 30 monete,
  • il percorso degli invasori,
  • 12 segnalini invasione,
  • 1 segnalino primo giocatore,
  • libretto delle regole

Sulle carte edificio sono presenti degli splendidi artwork paesaggistici realizzati da Pawel Hordyniak, qui alla sua prima esperienza con un gioco da tavolo (ma nella speranza che non sia anche l’ultima).

Si tratta di carte in formato 11 x 7 cm che consiglio vivamente di imbustare (con le bustine protettive che trovate qui a lato), considerato che si tratta del cuore del gioco e potrebbero quindi rovinarsi facilmente nel corso del tempo causa usura (pur non avendo una grammatura economica).

Mentre i segnalini invasione e il resto dei componenti sono di cartone, le 30 monete sono realizzate in plastica. Nel complesso, una qualità al di sopra della media per questo genere di giochi (stiamo parlando di un gioco da tavolo che si trova sul mercato attorno ai 20 €).

Completa la dotazione il regolamento o, come meglio dovrei dire, i regolamenti. Si tratta infatti di due piccoli libretti di sole 2 pagine, uno per la lingua inglese e uno per l’italiano.

Il mio reame per… il tuo

Il meccanismo di gioco alla base di Minute Realms è veramente semplice (come dovrebbe d’altronde essere il regolamento di ogni filler che si rispetti). In 8 turni di gioco saremo chiamati a costruire il nostro reame attraverso l’utilizzo delle carte edificio. Queste verranno pescate ad ogni turno da un mazzo collettivo e posizionate sul tavolo in base al numero di giocatori + due carte aggiuntive poste al centro del tavolo, sempre tutte collocate a faccia in su.

Durante il nostro turno potremo decidere se tenere la carta edificio in nostro possesso, oppure, scambiarla con una tra quelle presenti sul tavolo o con quella di un altro giocatore, pagandone però sempre il costo indicato sulla carta che vorremo tenere (ma che potrebbe però rivelarsi anche una rendita in monete).

Una volta deciso se scambiare o meno la carta, dovremo obbligatoriamente costruire l’edificio in nostro possesso. Per farlo dovremo pagarne il costo in monete d’oro o, in alternativa, girare a faccia in giù la carta per costruire un muro. Questo ci fornirà 2 monete pescate dalla riserva comune e 2 punti difesa contro le invasioni barbariche; che si verificheranno alla fine del quarto e ottavo turno, e la cui forza sarà indicata dal numero nascosto sotto i segnalini invasione eventualmente pescati come costo “collettivo” per il pagamento di alcune carte edificio (max 1 segnalino per turno).

Ogni carta edificio ci indicherà quanti punti vittoria otterremo alla fine del gioco (variabili anche in base ad eventuali moltiplicatori che si applicano sulle categorie dei singoli edifici costruiti), sempre che i barbari non distruggano i nostri palazzi, mercati e fattorie durante le loro abituali razzie. Al termine del gioco, il sovrano con più punti vittoria sarà decretato il vincitore.

Minute Realms in un minuto

Come avrete forse intuito, per vincere una partita a Minute Realms sarà necessaria una certa dose di strategia, utile per capire quale edificio potrebbe fare al caso nostro in un determinato momento o quale carta si incastrerebbe meglio per moltiplicare i nostri punti a fine partita. Una carta scelta a discapito di un altra potrebbe fare la differenza tra l’eterna gloria o la rovina del nostro reame. Questo, senza dimenticarci di sabotare i regni degli avversari, rubando loro le carte che potrebbero invece fargli più comodo.

Purtroppo, però, questo non sarà sempre possibile a causa dell’elevato numero di punti e combinazioni possibili per ogni regno, che aumentano di pari passo con il numero di giocatori presenti al nostro tavolo (3 giocatori credo sia il numero ideale per poter avere tutto sotto controllo). Inoltre, le carte pescate presenti sul tavolo potrebbero favorire enormemente il giocatore primo di turno mentre, quando toccherà a voi dominare la piazza, inevitabilmente usciranno carte edificio di cui non sentirete la benché minima necessità (sapete che è così).

Minute Realms è un titolo in cui la fortuna nella pesca, abbinata alla vostra posizione nel turno di gioco, potrebbero rivelarsi fatali e minare quindi ogni tipo di strategia sul lungo termine. Un gioco al massacro che, nel corso di varie partite, capirete che vi premierà di più per gli errori altrui che non per la vostra effettiva bravura nel costruire gli edifici giusti.

L’estrema semplicità del regolamento, nonché e l’assenza di testo sulle carte, vi permetterà di imbastire una partita con chiunque in pochi minuti; ancor meno dei minuti che impiegherete per innalzare le mura del vostro regno. La rigiocabilità è pressoché infinita e l’ottima qualità dei materiali non è da sottovalutare, sia per la tipologia di gioco che per la fascia di prezzo a cui viene proposto.

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
root the marauder expansion
Root: The Marauder, al via il Kickstarter dell’espansione