Darth Vader 27: Darth Maul e Dottor Aphra! – Recensione

Darth Vader ospita le ultime battute delle avventure di Darth Maul e Dottor Aphra!

La serie di Star Wars dedicata al Signore Oscuro dei Sith, Darth Vader, continua a segure le vicende di Darth Maul e Dottor Aphra. Il ritorno dell’allievo decaduto di Obi Wan è però imminente, lasciando giusto il tempo di concludere le avventure dei suoi due sostituti!

-VADER-027.jpg copertina

DARTH MAUL

Mancano poco meno di due mesi al ritorno in grande stile di Darth Vader, ma il nostro altro sith preferito, Darth Maul, ci tiene compagnia non come mero riempitivo, ma come toni e importanza da attore protagonista. Maul è riuscito ad impadronirsi di una preda molto desiderata, al padawan Eldra Kaitis. Ma in una serie di colpi di scena, per rendere la caccia più affascinante l’affarista criminale Xev Xrexus , precedentemente “proprietaria” della giovane Eldra, fa precipitare la nave di Maul e dei suoi compari sulla luna di Drazkel, invitando i criminali più pericolosi della galassia ad un recupero della Jedi e alla caccia dei suoi aguzzini per puro divertimento.

Il carattere di Maul è molto simile a quello che incontriamo nel La Minaccia fantasma, un animale in gabbia che cerca di liberarsi a tutti i costi. Personaggio che sullo schermo non rende al 100%, mancando di un introspezione che Bunn è riuscito bene a descrivere, dotando l’apprendista sith non solo di tecnica con la spada laser, anche di un carattere, forse anche diverso da quello che ci si poteva immaginare. In conseguenza di ciò questa miniserie, in completa ottica nuovo canone, è complementare ad Episodio I. L’atmosfera della luna è surreale, quasi luciferina, con le colorazioni usate da Woodard su una scala cromatica rosso violaceo. L’albo è pieno d’azione,e i superstiti della nave fuggitiva devono giocare sulla difensiva. Le tavole molto dinamiche danno ancora una volta ragione alla scelta di Luke Ross come disegnatore che fa un eccellente lavoro, reso ancor più difficile dalle diverse specie aliene presenti, ben caratterizzate e mai troppo portate agli eccessi.

darth vader 27 -1

Il tentativo di fare una breccia nelle corde di Maul da parte di Eldra, non va ovviamente a buon fine, la prigione del lato oscuro è più ammaliante e viscerale rispetto alle promesse quasi patetiche proposte dalla giovane Padawan.

Una storia solida che trova un finale lineare senza troppi capovolgimenti di fronte, e che lascia aperto di cui sono certo non rimarremo delusi.

DOTTOR APHRA

Passiamo alla seconda parte dell’albo in cui troviamo una dottoressa Aphra in forma molto smagliante. Devo essere sincero: l momento il personaggio creato da Gillen è quello che mi sta dando maggiori soddisfazioni nel nuovo canone starwarsiano. Le sorprese e la caratterizzazione dei personaggi sono a dir poco stupefacenti ed essendo appena iniziata la pubblicazione in Italai vi consiglio caldamente di seguirla.

Aphra e suo padre, accompagnati dal cacciatore di taglie wookie Black Krrsantan sono alla ricerca del misterioso Ordu Aspectu, quando si trovano su una luna isolata e ricca di vegetazione assediata dalle forze imperiali. Questa luna altro non è che la ex base ribelle – ormai abbandonata – di Yavin 4, dovre troviamo il capitano Tovan, conosciuto sugli schermi in Rogue One, al tempo sul pianeta Eadu. L’unico neo di questo albo è la scarsità di trama. Ma ce lo potevamo aspettare. L’unico obiettivo, in questo momento, per Aphra e i suoi, è la salvezza accompagnata da un’inevitabile fuga. Ma Gillen sembra avere chiara l’idea delle avventure di Aphra nella galassia lontana… Non ci sono diretti e reali antagonisti in questo numero. La presenza del comandante Tolvan rimane sullo sfondo. Lo sforzo reale per Aphra è quello di rimanere in vita e sfuggire alla morsa dell’impero e al pugno duro di Darth Vader. Triplo zero nei suoi dialoghi e nelle sua battute è sempre di più l’alter ego (negativo?) di C3P0 e Biti riesce, ingegnandosi, a togliere dai pasticci Aprha con le sue mille risorse.

DoctorAphra4Art1 darth vader

I disegni e le colorazioni sono stupefacenti. Yavin non è un adattamento palese e fotorealistico preso dal film, ma subito riconoscibile. Il lavoro di Walker è fantastico anche guardando il punto della resa del camminatore AT-AT. Allo stesso modo la colorazione di Fabela adatta i tre tempi in cui è costruito l’albo, molto sognante quasi fantasy su Yavin, realistico e più scuro sulla nave in fuga , infine molto dark sulla cittadella di Rur, meta della nostra piccola compagnia. Tutto questo corre verso un obiettivo, il cross over tra Dottoressa Aphra e la testata Star Wars che vederà luce nei primi mesi del nuovo anno intitolato La cittadella urlante.

Per questo mese è tutto, ci vediamo tra trenta giorni con la conclusione della mini di Darth Maul e l’inquietante mistero che attende Aphra sulla cittadella di Rur.

Che la Forza sia con voi!

Mostra Commenti (0)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments