La vera storia di come Mark Hamill diventò Luke Skywalker

Un simpatico aneddoto ci svela come l’attore ottenne la parte del protagonista in Star Wars

La carriera di attore di Mark Hamill è stata come una supernova. Giusto il tempo di esplodere, essere fulgida e luminosa nei primi tre film di Star Wars, per poi improvvisamente affievolirsi e essere riavvolta dall’oscurità.

Eppure, questa fugace interpretazione, ha proiettato l’attore nell’olimpo dei protagonisti più amati della storia del cinema. Hamill è e sarà per sempre Luke Skywalker, tant’è vero che la sua breve apparizione, giusto per restare in tema, ne Il Risveglio della Forza ha suscitato forti emozioni nei cultori della saga. Eccolo! È lui, finalmente è tornato Luke!

Pur diventando, nel frattempo, un doppiatore di successo, Mark Hamill ha dovuto però attendere più di 30 anni per poter indossare nuovamente i panni di Luke Skywalker e riempire di nostalgica meraviglia lo sguardo dei fan.

come Mark Hamill diventò Luke Skywalker

Eppure, a quanto sembra, Hamill ottenne la parte del giovane Skywalker, futuro salvatore della galassia, per un puro caso. Spesso Hollywood ci ha regalato strani aneddoti su come certi attori abbiano ricevuto della parti che li avrebbero poi resi famosi. La storia di come Mark Hamill diventò Luke Skywalker fa parte di questi aneddoti.

A quel tempo un giovanissimo Robert Englund, si, proprio lui, il Freddy Krueger della saga Nightmare, dopo aver preso parte ad un provino per Apocalypse Now, aveva sentito parlare del nuovo film che George Lucas aveva messo in cantiere. Englund, già fan di Lucas dai tempi di American Graffiti, si presentò per la parte di Han Solo (che poi andrà allo stratosferico Harrison Ford ndr) ed ebbe il permesso di portarsi la scenografia a casa, un appartamento che condivideva proprio con Mark Hamill.

come Mark Hamill diventò Luke Skywalker

Robert Englund, però non era adatto alla parte di Han Solo, come lui stesso ha spiegato:

Cercavano un Han Solo più vecchio in quel momento. Volevano che fosse quello zio figo che si fa vedere solo una volta all’anno, avete capito il genere? Lo zio cool di Luke Skywalker che si fuma con lui una canna o qualcosa del genere. O almeno questo è quello di cui hanno parlato con me in ufficio. Mi hanno scattato un paio di Polaroid e questo è tutto. Suppongo fossi troppo giovane.

A quel tempo, Mark Hamill era sempre sul mio divano. Era una star televisiva. Stava girando una serie TB dall’altra parte della strada; credo fosse intitolata The Texas Wheelers, con Gary Busey. Così stava sempre da me e sapevo che era in casa perché i suoi stivali da cowboy erano fuori davanti alla porta. Ha sempre lasciato fuori i suoi stivali.

Ed ecco che la magia prende forma:

Dunque era lì, a metà strada dallo scolarsi una confezione da sei (birre), mentre guardava il Mary Tyler Moore. Entrai e gli dissi: “Dai un occhio a queste pagine, penso che tu sia perfetto per questo ruolo, amico. Questo personaggio è una sorta di principe spaziale ed è di George Lucas!”.

Hamill, grandissimo appassionato del cinema horror e di fantascienza, appena sentì il nome di George Lucas, si mise in contatto con il suo agente ottenendo un provino per la parte di Luke Skywalker e… il resto è storia.

Cosa ne pensate di questo interessante aneddoto? Vi sareste mai aspettati di dover dire grazie a Freddy Krueger per Luke Skywalker? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...