Indiana Jones 5: secondo Harrison Ford “un altro film non era necessario”

Indiana Jones 5 1

Mentre in rete continuano ad approdare nuove immagini e nuovi dettagli sull’atteso Indiana Jones 5, in un’intervista rilasciata ad Empire, l’ormai ottantenne Harrison Ford ha dichiarato che non “non riteneva fosse necessario farne un altro“.

Un’opinione condivisa probabilmente da molti fan del franchise che, ancora delusi dal quarto film della saga, non sanno proprio cosa aspettarsi da questo quinto capitolo del franchise. Detto questo, inizio a pensare che, forse, era in realtà davvero necessario concludere la saga con un film degno del nome di Indiana Jones.

Indiana Jones 5

Sono passati ormai 41 anni da quando Harrison Ford ha interpretato per la prima volta l’archeologo più famoso della storia del cinema, ne I Predatori dell’Arca Perduta, e in Indiana Jones 5 saranno ancora una volta i nazisti i nemici di Indy.

Questo nonostante la nuova pellicola sarà ambientata in un periodo in cui il Terzo Reich faceva già parte dei libri di storia, essendo il quinto film ambientato negli anni ’60. Indiana si troverà infatti questa volta nel 1969, “sullo sfondo della corsa allo spazio – ma lo sforzo americano di battere i russi sulla luna porta con sé alcune scomode verità per Indy”.

Mads Mikkelsen interpreterà il personaggio probabilmente più cattivo della pellicola, Voller, “ispirato in parte alla vita reale dell’ingegnere nazista trasformato in NASA Wernher von Braun”.

Il film, diretto da James Mangold e prodotto da Steven Spielberg, uscirà nelle sale cinematografiche il 30 giugno 2023.

Fonte