Vacanze nerd: il Giappone pronto a pagare metà delle spese di viaggio ai turisti che lo visiteranno

giappone

Il settore che più ha risentito degli effetti della pandemia e della quarantena attuata in quasi tutti i paesi del mondo, è senza dubbio il turismo.

Nonostante il lento ritorno alla normalità e il progressivo allentamento delle misure restrittive, ci vorrà ancora del tempo affinché le persone riescano a sentirsi nuovamente al sicuro e decidere di affrontare dei viaggi per raggiungere le località turistiche dei vari paesi. Questo nonostante le compagnie aeree e l’industria dei trasporti in generale stiano attuando tutte le misure di sicurezza e igienico sanitarie necessarie per garantire viaggi in tranquillità.

Incentivi per rimettere in moto la macchina del turismo potrebbero arrivare direttamente dalle singole nazioni per attirare i visitatori, con il Giappone che sarebbe pronto a rimborsare metà delle spese di viaggio a tutti coloro che vorranno visitare il paese del Sol Levante nei prossimi mesi.

12,5 miliardi di dollari tra incentivi e rimborsi per i turisti che decideranno di passare le vacanze in Giappone

Leggi anche: Vacanze in Giappone? Ecco i 10 luoghi nerd da visitare

Al momento il Giappone ha chiuso le frontiere ai viaggi internazionali in entrata ma, con le Olimpiadi definitivamente rinviate all’estate del 2021, le autorità nipponiche starebbero programmando di investire circa 12,5 miliardi di dollari per un non meglio specificato programma di rimborso destinato a coprire il 50% dei costi dei biglietti aerei dei turisti a partire da luglio, o comunque non appena il numero dei contagi continuerà a scendere in maniera strutturale.

Ad annunciare questi incentivi è stato Hiroshi Tabata della Japan Tourism Agency, anche se il Governo non ha ancora specificato nel dettaglio quali spese verrebbero coperte, come verranno distribuiti i sussidi e, soprattutto, chi potrà beneficiarne.

Akihabara

Nel mese di aprile il flusso turistico verso il Giappone ha fatto registrare un calo del 99,9% rispetto all’anno precedente, con il paese asiatico che è comprensibilmente desideroso di veder riavviata la propria industria dell’accoglienza, seguendo l’esempio di altre realtà come la nostra Sicilia. Il governo regionale siciliano, infatti, ha annunciato che rimborserà direttamente ai turisti il 50% del prezzo dei biglietti aerei e un terzo dei costi delle strutture ricettive, con i turisti che potranno usufruire anche di biglietti gratis per i musei locali e i siti archeologici.

Leggi anche: Ecco i 6 migliori onsen (le famose terme giapponesi) dell’isola di Kyushu

Se si potrà viaggiare in sicurezza nei prossimi mesi questa sarà senza dubbio una ghiotta occasione per fare delle vere vacanze nerd in Giappone e, in attesa di trovare conferme autorevoli riguardo questo paventato piano di incentivi economici ai turisti, vi invitiamo a ritornare a leggere questo articolo nei prossimi giorni.

Infatti, secondo quanto riportato da Forbes, alcune fonti affermano che il programma del governo nipponico si applicherà al turismo domestico, mentre altre affermano che verrà seguito l’esempio della Sicilia che estende i sussidi anche ai viaggiatori internazionali.

(Aggiornamento)

Facendo seguito ai numerosi articoli che hanno dato per certo l’incentivo al turismo straniero, l’Agenzia per il Turismo Giapponese ha voluto specificare che il programma sarà rivolto soltanto al turismo domestico e nella forma di 20.000 yen al giorno per persona.

Peccato.

Fonte: Forbes

guest
1 Commento
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
Murasaki88
Murasaki88
26 Maggio 2020 17:18

Grazie tante che il flusso turistico è calato da aprile, hanno chiuso le frontiere dal 3 aprile! Non fanno rientrare nemmeno i residenti, che si trovano bloccati all’estero lontani dalle loro case in Giappone.

...e questo?
freedom gundam statua shangai
Una statua a grandezza reale del Freedom Gundam sorgerà a Shanghai