Fresco di Stampa: un librogame per vestire i panni del giornalista – Recensione

fresco di stampa

Oggi scopriremo un altro tassello nella nostra esplorazione nel mondo dei librigame. Ci allontaniamo dai classici del genere per giocare a Fresco di Stampa, librogioco scritto da due nomi di prim’ordine, Alberto Orsini e Francesco Di Lazzaro (Librogame’s Land), con le illustrazioni in bianco e nero di Mala Spina ed edito da Lambda House.

La recensione di Fresco di Stampa, librogame che ci catapulterà in un’avventura giornalistica fatta di inchieste e intrighi

Fresco di Stampa è un librogame di genere investigativo-giornalistico. Vestiremo i panni di Marco Goretti, giovane giornalista che scrive per il quotidiano La Cronaca.

Il nostro protagonista deve, come tutti gli ultimi arrivati, farsi le ossa in una redazione sempre alla ricerca del miglior titolo che possa aumentare le vendite e sgominare la concorrenza. Il nostro obiettivo è raccogliere il maggior numero di Indizi riguardo dei pezzi da scrivere per La Cronaca e infine redigere l’articolo nel miglior modo possibile così da guadagnare la tanto agognata Prima Pagina.

Quasi fatichi a credere che La Cronaca, quotidiano locale ma di grande tradizione, abbia scelto te!

Ora sei uno dei suoi giornalisti, tuttavia i colleghi più anziani ti considerano ancora un dilettante e sta a te provare che si sbagliano.

Per dimostrare che nelle tue vene scorre il sangue del cronista di razza, dovrai saper cogliere le giuste occasioni per portare alla luce i fatti più torbidi della città e guadagnarti la prima pagina. Riuscirai a smascherare un complotto edilizio? A scoprire la verità su una partita di campionato? A svelare chi manovra i fili di una rapina a mano armata?

Se la risposta è sì, diventerai preso una delle penne più importanti del giornale.

In veste di Marco Goretti saremo chiamati a scrivere riguardo tre differenti casi. Il primo, Il Ponte, ci vedrà inviati per la conferenza stampa della ripresa dei lavori di un viadotto dopo che il tutto era stato interrotto per molti anni. Perché questo ritardo e chi sono i personaggi coinvolti in questo affare?

Per il secondo articolo, Scommessopoli, ci troveremo in una situazione sportiva spiacevole: se c’è davvero un giro di scommesse illegali nel mondo del calcio, allora dovremo trovare delle prove per un articolo da Prima Pagina! Il terzo e ultimo caso è Rapina a mano armata in cui dovremo scoprirne di più riguardo una rapina avvenuta in posta e ci ritroveremo nella particolare situazione di essere sia giornalisti che testimoni del fatto.

La struttura e il regolamento di Fresco di Stampa

Fresco di Stampa è un volume di 158 pagine e 160 paragrafi. Si tratta di un librogame non eccessivamente lungo, ma questo non limita minimamente le possibilità e le scelte di gioco. Anzi, le scelte che si possono fare nei vari capitoli sono molte e non c’è una singola situazione in cui ci si senta “costretti” a prendere un’unica via.

Ma, prima di addentrarci nella lettura dei capitoli dovremo completare il Tesserino di riconoscimento del giornalista, ossia la scheda personale del nostro personaggio del librogame. In Fresco di Stampa non ci troveremo mai a dover affrontare mostri o lanciare magie come nei librogiochi più classici di genere fantastico, ma Marco Goretti potrà comunque confidare sulle sue abilità per ascoltare conversazioni, trovare indizi e fare la domanda giusta al momento giusto.

Le Caratteristiche presenti nella scheda sono: Osservazione (raccogliere informazioni tramite la percezione visiva), Intuito (deduzione, sensibilità e perspicacia), Carisma (gestire le fonti, esercitare le pubbliche relazioni e convincere gli altri) e Cultura (conoscenze scientifiche e umanistiche, cultura generale e attualità).

Prima di iniziare a giocare dovremmo mettere 3 punti in ciascuna caratteristica, più altri 3 punti aggiuntivi che possiamo ripartire come preferiamo. Nel corso del librogame, in base a quanto saranno andati bene i nostri articoli, potremo aggiunge altri punti extra. Il tutto viene completato da degli strumenti davvero utili in un volume fatto di indizi, spunti e informazioni: la scheda del Registro di Cronaca e una parte dedicata agli Appunti.

In tutti i librigame, e in questo Fresco di Stampa non fa eccezione, ci sono poi alcune semplici regole che servono per dirimere le situazioni “a bivi” in cui scopriremo se il nostro personaggio riesce in quello che sta facendo oppure no. Il sistema di regole di Fresco di Stampa è molto semplice: si lanciano due dadi a 6 facce e sommiamo il risultato al punteggio di caratteristica coinvolto (che ci viene comunicato nel testo). Superando una certa soglia continueremo in un capitolo, non superandola leggeremo invece un differente paragrafo.

Librogame e giornalismo: un connubio più che riuscito!

Uno degli elementi  caratteristici di Fresco di Stampa è il suo genere. Non ci sono altri casi di un connubio così forte tra librogame e il genere giornalistico e, dopo aver provato questo volume, vi chiederete il motivo per cui non ce ne sono altri, dato che la narrazione a bivi si sposa benissimo con l’ambientazione investigativa e con le avventure di un giovane giornalista d’inchiesta.

Ma in Fresco di Stampa c’è di più che il semplice lato investigativo. Come protagonisti, infatti, non dovremo soltanto raccogliere Indizi, ma anche sistemare le informazioni che abbiamo ottenuto al fine di realizzare un articolo perfetto per la Prima Pagina.

Questo vuol dire che, nei vari capitoli, troveremo degli Indizi da appuntare nel nostro Registro e a fine giornata dovremo valutare ciò che abbiamo trovato e sistemare gli Indizi in modo particolare. Potrebbero essere un perfetto Attacco per l’articolo, o invece è meglio inserirli come Parte Centrale o come Conclusione (in base alle nostre scelte, totalizzeremo un tot di punti che ci diranno se l’articolo andrà in Prima Pagina o meno). Si tratta di un elemento che ho molto apprezzato e che avvicina davvero il volume al genere giornalistico.

Ciò si collega anche alla questione della longevità di questo librogame: è molto difficile trovare tutti gli indizi e sistemarli nel migliore dei modi al primo tentativo e potrebbe essere quindi piacevole riprendere in mano i tre casi che incontra il nostro protagonista per cercare di totalizzare il miglior punteggio possibile.

A proposito dei casi, è originale e funzionale questa struttura “tripartita” perché permette di seguire tre storie differenti, legate solo dalla presenza dello stesso protagonista, e quindi ci si può interrompere dopo il primo articolo o dopo il secondo, per riprendere poi a giocare in un altro momento senza perdere nulla della storia perché ogni caso costituisce una vicenda a sé.

Ho notato che in alcune occasioni un singolo tiro di dadi fallimentare può compromettere in maniera anche importante la buona riuscita dell’articolo; si può verificare la situazione in cui noi lettori abbiamo capito la direzione in cui sta andando la storia, ma il nostro protagonista fallisce in una qualche azione e dobbiamo accontentarci degli Indizi che abbiamo trovato. Personalmente non è una cosa che mi disturba (mi piace giocare più volte ai librigame), ma è un tratto che potrebbe non accontentare tutti.

In conclusione, dire che Fresco di Stampa sia un esperimento riuscito sarebbe riduttivo! Si tratta di un librogame originale e dalle storie convincenti e mai banali che riesce benissimo a coinvolge e a mettere alla prova noi giocatori/lettori. Uno stile di scrittura snello, scorrevole e che si allinea perfettamente al genere giornalistico, per farci entrare ancora di più nella frenesia dei ritmi e nei giochi di rivalità di questo mondo. Chi dire? Spero davvero che quel “Young Journalist – Volume 1” della copertina preannunci l’uscita di altri librigame della stessa collana!

fresco di stampa
Fresco di Stampa
Affermare che Fresco di Stampa sia un esperimento riuscito sarebbe riduttivo! Si tratta di un librogame giornalistico in cui siamo chiamati a redigere tre articoli da Prima Pagina su fatti di cronaca cittadina. Un volume originale, dalle storie convincenti e mai banali che riesce a coinvolge e a mettere alla prova noi giocatori/lettori. Uno stile di scrittura snello, scorrevole e che si allinea perfettamente al genere giornalistico, per farci entrare ancora di più nella frenesia dei ritmi e nei giochi di rivalità di questo mondo.
Pro
Ambientazione originale e molto riuscita per un librogame (giornalismo)
Obiettivi di gioco stimolanti e mai banali
Contro
Alcuni lanci di dado modificano molto il risultato finale dell'articolo
8.5
Voto Finale
...e questo?
Marvel Empyre
Empyre: il maxi evento Marvel ha una nuova data d’uscita