Kalashnikov dichiara guerra a Tesla con la sua auto elettrica!

I tempi cambiano, nulla da dire. Se Tony Stark reduce da un rapimento decide di non produrre più armi e diventare Iron Man, perché Kalashnikov non dovrebbe rinunciare al suo retaggio di fabbricante di armi e dedicarsi alle creazione di un’auto elettrica? Detto fatto, visto che il colosso industriale russo ha deciso di dichiarare guerra (senza armi, sia chiaro!) a Tesla creando la Cv-1, un auto elettrica che ha tutto il fascino della storia automobilistica del caro, vecchio blocco sovietico.

Kalashnikov posa l’Ak-47 per mettersi alla guida della CV-1, la sua prima auto elettrica!

Se in Gunny Clint Eastwood faceva sentire il suono del nemico sventagliando una raffica di Ak-47, oggi dovrebbe probabilmente sgasare su questo nuovo ritrovato della Kalashnikov.

 

Va detto che l’azienda russa già da qualche anno ha diversificato la propria produzione, emancipandosi dal ruolo di fabbricante d’armi. Con una storia di circa duecento anni alle spalle, Kalashnikov Concern prese questo nome nel 1946 in onore proprio al celebre mitragliatore AK-47, che divenne il marchio di fabbrica del marchio sovietico. Dopo un lento declino che ha messo in seria difficoltà l’azienda, Kalashnikov ha avuto una lieve riprese quanto è tornata sotto il controllo dello stato nel 2013, prima di venire privatizzata nel 2017. Sotto la minaccia di pesanti sanzioni internazionali a causa della sua produzione bellica, i vertici di Kalashnikov hanno deciso di diversificare la produzione lanciandosi nel mercato di mezzi civili, abbigliamento e oggettistica per smartphone. Ed infine, la decisione di avventurarsi nel settore delle auto elettriche.

La CV-1 è stata presentata in questi giorni all’ARMY-2018, il salone internazionale tecnico-militare ospitato da Mosca. Ispirata ad una celebre auto sovietica degli anni settanta, la Ij-Kombi, questa prima auto elettrica di Kalashnikov nasconde un’anima hi-tech sotto un design volutamente vintage.

kalashnikov auto elettrica 2

Attualmente, la batteria è stata realizzata con alla base un inverter (dimensioni 50x50x100 cm) dal peso di 50kg capace di sviluppare un carico utile di 1,2 MW (MegaWatt, non GigaWatt, mica è la DeLoean di Doc!), riuscendo a passare da 0 a 100 Km/H in circa 6 secondi.

Le promesse di Kalashnikov sono piuttosto interessanti, stando a quanto comunicato all’agenzia di stampa RIA presentando la CV-1

“Questa tecnologia ci renderà capaci di competere con i principali produttori di auto elettriche del mondo, compresa Tesla. Abbiamo studiato i principali leader di mercato e dal loro lavoro abbiamo sviluppato la nostra idea di auto elettrica”

kalashnikov auto elettrica 1

Prima di pensare di vedere una C-1 volare verso Giove per imitare la Tesla diretta verso Marte (non è uno scherzo, leggete qui), bisogna considerare che al momento non si hanno notizie in merita ad una produzione commerciale, ed il prototipo mostrato, tralasciando il gusto del design della carrozzeria, sembra ancora lontano dalle perfomance di Tesla.

Per ora Gunny può ancora sventagliare il suo AK-47 tranquillo…

Commenti
Caricamento...