Ven 31 Maggio, 2024

Le news della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

The Last Ronin: annunciato il film live action Rated-R delle Tartarughe Ninja

Paramount Pictures ha annunciato che Teenage Mutant Ninja Turtles: The Last Ronin, la splendida graphic novel delle Tartarughe Ninja, diventerà un film live action, prima pellicola di una saga cinematografica dedicata a un pubblico adulto.

Così, a poco più di un anno di distanza dall’annuncio del videogame action RPG tripla A sempre basato sul fumetto di Kevin Eastman e Peter Laird, l’opera che ha innalzato il franchise a nuovi livelli di maturità è pronta a sbarcare sul grande schermo.

Il progetto vedrà gli studios collaborare insieme allo sceneggiatore Tyler Burton Smith (La bambola assassina, Boy Kills World) e alla società di produzione 18hz di Walter Hamada con i quali è stato firmato un accordo pluriennale.

Al momento non sono stati forniti ulteriori dettagli su questo film live action di Teenage Mutant Ninja Turtles: The Last Ronin, pellicola che comunque dovrebbe arrivare al cinema non prima di un paio d’anni.

Chi è The Last Ronin?

La miniserie a fumetti Tartarughe Ninja – L’ultimo ronin, scritta dai creatori originali delle Tartarughe Ninja Kevin Eastman e Peter Laird, con Eastman e Tom Waltz che svilupparono la sceneggiatura, è ambientato in un futuro tetro e distopico in cui Oroku Hiroto, nipote di Shredder, governa New York City del 2040 come un despota totalitario. Hiroto ha ucciso il maestro Splinter e tutte le tartarughe tranne una. La tartaruga sopravvissuta decide di compiere un seppuku per ricongiungersi con loro nel regno degli spiriti ma viene fermato dai fantasmi dei suoi fratelli che lo spingono a vendicare la loro morte.

L’identità di questo guerriero solitario, che combatte utilizzando tutte le armi delle Tartarughe Ninja (nunchaku, pugnali sai, bastone bo e doppie katane), fu rivelata solo nelle pagine finali del primo numero della miniserie di cinque, quando i lettori scoprirono che dietro la maschera nera dell’ultimo ronin c’era Michelangelo, triste e solitario protagonista di questa crociata per ottenere giustizia per i suoi fratelli e il suo mentore.

fonte

Ultimi articoli