Matrix Resurrections: originariamente Hugo Weaving doveva essere nel film

agent smith matrix

Se la presenza di un nuovo attore per Morpheus, in Matrix Resurrections, era stata pianificata sin dall’inizio, quella di un nuovo interprete per l’Agente Smith, interpretato originariamente da Hugo Weaving, non lo era.

Come sappiamo, la parte è stata interpretata da Jonathan Groff, che dicono esser fantastico nel film (noi lo scopriremo solamente a partire da domani, quando Matrix Resurrections arriverà in Italia), ma il piano originale era quello di riportare Weaving nel franchise.

Hugo Weaving avrebbe dovuto essere in Matrix Resurrections

La rivelazione è stata fatta in occasione di una recente intervista dal co-sceneggiatore della pellicola, Aleksandar Hemon:

“Un nuovo Morpheus c’era sin dall’inizio. Durante la mia breve carriera nel cinema, ho imparato che fare cinema è un mondo di contingenza. E quindi le persone potrebbero o meno, sai, firmare e, se firmano , alcune cose potrebbero cambiare. Quindi abbiamo scritto alcuni ruoli, non ho intenzione di rivelare quali, ma abbiamo scritto un personaggio per qualcuno che pensavamo potesse interpretarlo e poi non è stato possibile. (…) Non ha cambiato nulla radicalmente, stavamo solo immaginando questo attore in quel ruolo. E poi si è scoperto che non era possibile, ma non abbiamo cambiato nessuna cosa.”

Herrin ha poi continuato rivelando che Hugo Weaving era la persona che pensavano avrebbe interpretato l’agente Smith:

“Ci sono stati colloqui preliminari (con Weaving) ma non siamo stati coinvolti in questi e non era stato del tutto risolto. Poiché la premessa di The Matrix e di film è in qualche modo diversa, l’agente Smith sarebbe stato diverso in alcuni modi, non importa chi l’avrebbe interpretato. E Jonathan Groff è fantastico in quel ruolo. Ha aggiunto una dimensione che non potevo prevedere mentre stavamo scrivendo. Ma c’è una maggiore carica emotiva nel film e quindi si inserisce perfettamente in quel modello.”

Lo stesso Weaving ha spiegato l’evoluzione della faccenda durante un’intervista con Coming Soon, dicendo che inizialmente aveva detto sì al ruolo ma che la regista Lana Wachowski alla fine ha abbandonato l’idea:

“Lana Wachowski mi aveva telefonato all’inizio dello scorso anno. Abbiamo lavorato insieme cinque volte, io e le Wachowski, in tre film di Matrix, V per Vendetta e Cloud Atlas. Sono uscito con loro in tutto il mondo per molti, molti anni. Quindi, sì, Lana desiderava molto che fossi coinvolto in Matrix.”

“Alla fine, ne abbiamo parlato e quando l’offerta è arrivata dalla Warner, ho detto di sì il giorno dopo e ho parlato con Lana. Pensavo che avremmo potuto girare le mie scene a maggio, giugno e luglio (2020); e abbiamo parlato di soldi e abbiamo parlato di… stavano negoziando. E eravamo tutti abbastanza chiari e concordi sulle date ed è andato tutto bene, ma poi Lana ha deciso che non pensava che avrebbe funzionato. Quindi, ha staccato la spina alle trattative… quella era la sua decisione. Quindi, è stato davvero… ma, sì, sarebbe stato bello essere laggiù con tutti loro. Sono molto affezionato a Keanu e Carrie. Non li vedo da un po’. Ma attendo impaziente di poter vedere il film.”

Fonte