Mars Express: nuovo aggiornamento per il Windows 98 della sonda spaziale

mars express aggiornamento windows 98

Se noi comuni mortali tremiamo di fronte agli aggiornamenti di Windows 10 e Windows 11 (soprattutto quando partono all’improvviso), gli ingegneri dell’ESA si stanno preparando – apparentemente senza troppi patemi d’animo – al prossimo update del Windows 98 installato sulla sonda Mars Express.

Ebbene si, se sulla Terra una delle versioni più utilizzate di sempre del sistema operativo di Microsoft è oramai andata definitivamente in pensione da 16 anni (il supporto esteso è terminato l’11 luglio 2006), Windows 98 è ancora utilizzato per il controllo di MARSIS (Mars Advanced Radar for Subsurface and Ionospheric Sounding), strumento della sonda spaziale europea il cui software è stato creato proprio utilizzando il successore del mitico Windows 95.

Tecnici e ingegneri dell’Agenzia Spaziale Europea hanno deciso di sfruttare ancora di più la sonda in orbita attorno al Pianeta Rosso e MARSIS, decidendo di effettuare questo speciale update per superare le specifiche iniziali della missione, come rivelato da Andrea Cicchetti, Vice PI di MARSIS e Operation Manager presso l’INAF:

Dopo decenni di fruttuosa ricerca scientifica e dopo aver acquisito tantissimi dati che hanno accresciuto la nostra conoscenza di  Marte, volevamo spingere le prestazioni dello strumento oltre i limiti richiesti all’inizio della missione.

Mars Express: aggiornamento da Windows 98 a Marte 2022

Come riportato dalla stessa ESA, l’aggiornamento è stato progettato dal team dell’INAF e da Carlo Nenna, ingegnere dell’azienda italiana Enginium dietro questo “update spaziale”.

Nenna ha rivelato come questo lavoro si sia rivelato una vera sfida ingegneristica:

Abbiamo affrontato una lunga serie di sfide per migliorare le prestazioni di MARSIS. Non ultimo quella relativa al software di gestione di MARSIS che è stato originariamente progettato più di 20 anni fa, utilizzando un ambiente di sviluppo basato su Microsoft Windows 98.

L’aggiornamento Windows 98 di Mars Express include una serie di update che migliorano la ricezione del segnale e l’elaborazione dei dati a bordo, routine che aumenteranno la quantità e la qualità dei dati scientifici inviati sulla Terra ottimizzando tutti i processi. Sempre Andrea Cicchetti, infatti, ha spiegato che il nuovo software consente di utilizzare MARSIS per più tempo in maniera tale da esplorare una maggiore area di Marte a ogni passaggio della sonda.

L’update non solo permetterà di continuare a ricevere dati dalla sonda spaziale in maniera migliore e più rapida, ma consentirà agli scienziati di studiare in modo approfondito la superficie del Pianeta Rosso ad alta risoluzione nella speranza di confermare l’esistenza di siti con acqua.

Insomma, è come avere “uno strumento nuovo di zecca a bordo del Mars Express a quasi 20 anni dal lancio” ha sottolineato Cicchetti.

Intanto incrociamo le dita e speriamo che l’aggiornamento non provochi nessuna “schermata blu“.

Cosa è MARSIS e come funziona?

Il MARSIS è uno speciale radar che invia impulsi verso Marte, segnali che una volta che colpiscono la superficie del pianeta vengono analizzati.

Tra tutte le apparecchiature a bordo della sonda Mars Express, lanciata il 2 giugno 2003, è sicuramente quello più innovativo e importante, visto che permette di analizzare anche il sottosuolo di Marte grazie ai suoi impulsi a media frequenza (1,5 – 5,5 MHz).

L’antenna lineare di MARSIS, lunga circa 40 metri, consente agli impulsi del radar di penetrare per diversi chilometri sotto la superficie del Pianeta Rosso.

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2