Brightburn: il sequel del film di James Gunn è ancora in sviluppo

brightburn

Brightburn, il film horror sui supercattivi prodotto da James Gunn nel 2019, avrà ancora un sequel. Il primo film è fondamentalmente una storia horror ispirata a Superman, incentrata su un bambino alieno che si schianta sulla Terra ma che, invece di diventare un eroe, diventa un assassino.

Recentemente è stato reso noto che The H Collective, che ha prodotto Brightburn, sta per lanciare una nuova società intitolata H3 Entertainment. Si dice che la società incorporerà nei suoi prossimi progetti nuove tecnologie come il Metaverso, il Web3 e l’intelligenza artificiale; e che il sequel di Brightburn è uno dei progetti che verranno sviluppati.

Non ci sono dettagli sulle tempistiche di produzione ma il sequel, anticipato più volte ormai anni fa, è ancora in lavorazione. Brightburn è stato diretto da David Yarovesky e scritto da Brian Gunn e Mark Gunn, fratello e cugino di James Gunn. Non si sa chi del team originale sarà coinvolto nel sequel.

Yarovesky aveva già detto parlando di un sequel: “Se dovessimo espandere l’universo di Brightburn con altri capitoli e in altri modi, probabilmente lo faremmo nello stesso identico modo… in totale segretezza e poi rilasciando un trailer cinematografico ad un certo punto che indica quale potrebbe essere la nuova direzione”.

Nella scena post-credit del film, si è parlato di una Justice League malvagia. La scena mostra il conduttore di un talk show The Big T, interpretato da Michael Rooker, che annuncia l’esistenza di una “creatura metà uomo e metà mare” nell’oceano e di una potente strega che soffoca le sue vittime con una corda.

Il film è interpretato da Elizabeth Banks, David Benman e Jackson A. Dunn. La sinossi recita: “Cosa accadrebbe se un bambino proveniente da un altro mondo si schiantasse sulla Terra, ma invece di diventare un eroe per l’umanità si rivelasse qualcosa di molto più sinistro? Con Brightburn, il visionario regista di Guardiani della Galassia e Slither presenta una visione sorprendente e sovversiva di un nuovo genere radicale: l’horror dei supereroi”.

Brightburn non è stato un brutto film, ma nemmeno qualcosa di memorabile. Ci stupisce quindi che il sequel di Brightburn sia ancora in sviluppo e che, un giorno, possa effettivamente vedere la luce.