Beetlejuice 2: la polizia è in cerca di aiuto per un’iconica statua rubata sul set del film

Beetlejuice

Mentre le riprese principali di Beetlejuice 2 sono a buon punto, fermate solamente dall’improvviso sciopero degli attori annunciato qualche giorno fa, un nuovo ostacolo verso il ciak finale della pellicola sembra essersi materializzato (o forse sarebbe meglio dire scomparso) all’improvviso sul set del film. Venerdì, la Polizia di Stato del Vermont ha condiviso un tweet che rivela il furto di alcuni oggetti di scena dal set dell’attesissimo sequel, tra cui una statua pesante 150 libbre fondamentale per le riprese di Beetlejuice 2.

Come si può leggere sull’inaspettatamente divertente tweet della polizia, oltre alla statua e a vari altri oggetti, è stato rubato sul set di Beetlejuice 2 anche un “lampione completo di decorazione a forma di zucca”.

“Abbiamo provato a pronunciare tre volte il nome della statua rubata, ma non è tornata indietro! Stiamo indagando sul furto di questa scultura di 150 libbre dal set di Beetlejuice 2 a , insieme a un lampione sormontato da una decorazione a forma di zucca”, si legge nel tweet della polizia di Stato. “Chiamate l’802-748-3111 per qualsiasi informazione”.

La statua in questione è quella scolpita dalla matrigna di Lydia (Winona Ryder) nel primo Beetlejuice, utilizzata da Michael Keaton per intrappolare Delia Detz (Catherine O’Hara) due volte, durante la scena del matrimonio e durante la ristrutturazione della casa.

La produzione del progetto è iniziata all’inizio del mese, con Tim Burton che dirige la pellicola da una sceneggiatura scritta da Alfred Gough e Miles Millar (Mercoledì e Smallville). Alla sceneggiatura ha lavorato anche Mike Vukadinovich, con bozze precedenti di Seth Grahame-Smith e David Katzenberg. Katzenberg e Grahame-Smith sono i produttori. Danny Elfman tornerà a comporre la colonna sonora.

Il film uscirà nelle sale il 6 settembre 2024.

Fonte