La prima casa costruita con la stampante 3D, che anticipa il design delle future abitazioni su Marte, è realtà

La prima casa costruita con la stampante 3D è realtà. È il caso del progetto vincitore del contest indetto dalla NASA riguardo il miglior design da utilizzare poi nelle case su Marte.

La prima casa futuristica realizzata con una stampante 3D è realtà. Il design progettato dal team giapponese è il vincitore del contest della NASA

Comprare casa ormai è molto complicato, se non quasi impossibile dati i costi molto elevati; per non parlare poi del mutuo e della necessità di avere un lavoro stabile. Per questi motivi molti giovani ci rinunciano e si ritrovano in affitto per anni e anni, o peggio, sono costretti a restare a casa dei genitori.

Questa casa futuristica però potrebbe ribaltare la situazione, in quanto costruirla non richiede un grande sforzo economico. La “sfera futuristica” giapponese, infatti avrà lo stesso prezzo di un’auto nuova, quindi diventa un giusto compromesso.

casa 3D

La sfida della compagnia Serendix Partners per le case del futuro

Serendix Partners, coloro che vogliono portare queste case-3D al pubblico, hanno fissato l’obiettivo di rendere tutto questo possibile già da quest’anno. L’azienda crede in questo progetto in quanto risolverebbe molti problemi, a partire dalla quasi assenza di muratori, soprattutto per quanto riguarda il Giappone. Inoltre si ridurrebbero di gran lunga i costi complessivi di costruzione, in quanto ci sarebbe un unico responsabile: un robot che stampa la casa in 3D in maniera completamente autonoma.

Si stima che per costruire circa 30 metri quadrati servano 3,000,000 yen che corrispondono a circa 28,582 dollari. Per di più la casa sarà già pronta per essere abitata solo 24 ore dopo.

casa 3D interno

(design dell’interno della casa fatta con la stampante 3D)

L’intero design di queste case del futuro è stato realizzato da Masayuki Sono, il già vincitore dell’Habitat Challenge proposto dalla NASA nel 2015.

Le minicase sono ormai un fenomeno da diversi anni, quindi non mi sorprenderebbe affatto vedere costruzioni di questo tipo, realizzate riducendo l’impatto ambientale e a disposizione anche di chi ha meno possibilità economiche.

Il nostro futuro sta diventando ormai sempre più il nostro presente. Chissà cosa si potrà ancora fare con una stampante 3D.

Fonte: SN24

Mostra Commenti (0)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments