Spider-Man Clone Saga: anche Miles Morales pronto ad affrontare i suoi cloni

spider man clone saga miles morales

Con un breve teaser video condiviso su Twitter Marvel ha annunciato l’arrivo di una nuova Clone Saga per Spider-Man, e precisamente per il ragno di Miles Morales, il personaggio dell’universo Ultimate ideato da Brian Bendis e disegnato da Sara Pichelli.

Anche per Miles Morales è arrivato il momento di “incasinarsi la vita” con la Spider-Man Clone Saga annunciata da Marvel Comics

La vita del giovane Miles sembra dunque destinata a cambiare drasticamente e a ingarbugliarsi non poco a partire dal prossimo mese di aprile, con il #25 della serie a fumetti dedicata allo Spider-Man di Ultimate:

Nell’aprile 2021 le cose si fanno pazze per Miles. Restate sintonizzati domani (cioè oggi) per ulteriori informazioni, Ci saranno doppi guai e varrà davvero la pena ricordare quello che è già accaduto una volta, oltre venticinque anni fa.

https://twitter.com/Marvel/status/1348729353677533186

Il riferimento, in attesa di nuove informazioni a riguardo, è ovviamente rivolto alla Spider-Man Clone Saga originale, un arco narrativo che ha abbracciato diversi numeri del fumetto dell’Uomo Ragno, dal 1994 al 1997 rovelandosi uno dei più importanti e conosciuti della storia editoriale del personaggio.

Di cosa parla la Saga del clone dell’Uomo Ragno?

Sebbene, con il passare del tempo, questa storia sia diventata davvero intricatissima, a volte rischiando di perdere di vista la sua stessa ragion d’essere, il punto cruciale della “Saga del clone” è il ritorno di un clone di Peter Parker creato dal malvagio Sciacallo. A lungo considerato morto, il clone affermava di essere l’originale Peter Parker.

Tutto inizia quando il clone dell’Uomo Ragno, che in realtà non morì nell’altoforno ma sopravvisse, raggiunge New York, per andare al capezzale della zia May, ricoverata in ospedale. In tutti questi anni (venti nella realtà, circa cinque nell’Universo Marvel) il clone ha girovagato per gli States, assumendo il nome di Ben Reilly (il nome di zio Ben e il cognome da nubile di zia May).

Inizialmente Ben e l’Uomo Ragno hanno un violento scontro, ma i due successivamente formeranno un’alleanza per combattere alcuni criminali evasi dal Raft come Venom o Carnage.

Intanto sulle scene arrivano anche Judas Traveller (uno psicologo criminale), Kaine (un clone deforme dell’Uomo Ragno), Spidercide (un altro clone mutaforma dell’arrampicamuri) e il redivivo Sciacallo, anche lui sopravvissuto all’esplosione avvenuta anni prima e più pazzo che mai. Kaine inizia ad uccidere i nemici dell’Uomo Ragno (tra i quali, apparentemente, il Dottor Octopus), viene raggiunto e fermato da Ben Reilly e da numerosi cloni dell’Uomo Ragno, tutti creati dallo Sciacallo.

Alla fine della lunga battaglia, lo Sciacallo e tutti i cloni deformi morirono, mentre l’Uomo Ragno e Ben (che nel frattempo ha assunto l’identità del Ragno Rosso) si sottopongono ad un test per scoprire chi è l’originale e chi è il clone. Gli esami, sorprendentemente, danno come risultato che l’originale è Reilly, sconvolgendo Parker.

Dopo aver appreso la scioccante notizia, in aggiunta al fatto che Mary Jane fosse incinta, Peter decise di trasferirsi con la moglie a Portland e di abbandonare il costume, che passò a Reilly; Ben divenne così il nuovo Uomo Ragno, mentre Peter e MJ cominciavano una nuova vita. Sembrava andare tutto per il meglio, finché Alison Mongrain uccise la figlia di Peter, May, che nacque già morta.

Mentre correva al cappezzale della moglie, Peter venne improvvisamente aggredito da Norman Osborn, che in realtà non era morto, dicendo di aver manipolato tutti i personaggi del complesso scenario, ed anche che aveva falsificato le analisi del DNA di Ben e Peter, tutto allo scopo di far impazzire Parker, reo, a suo parere, di aver ucciso suo figlio Harry.

Durante la battaglia seguente, Ben fu ucciso da Osborn, nuovamente nei panni di Goblin, a sua volta sconfitto da Parker; alla vista del cadavere di Ben Reilly che diveniva cenere, Peter capisce che Norman diceva il vero, che lui era sempre stato l’originale, spazzando via ogni dubbio sulla questione.

Peter riprese così il suo ruolo di Uomo Ragno, mentre Kaine (che sembrava essere morto) decise di mettersi sulle tracce di Alison Mongrain.

Fonte: Twitter

...e questo?
la strega della vigna
La Strega della Vigna: disponibile il primo romanzo fantasy di Luanne G. Smith