Gamer Grandma: il segreto per mantenere la mente allenata a 89 anni? I videogiochi!

gamer grandma videogiochi

Nonostante una sempre più crescente fetta dell’opinione pubblica li ritenga colpevoli delle peggiori nefandezze, i videogiochi sono uno strumento ricco di potenzialità. A darcene una prova, è questa simpatica signora di Tokyo che, alla veneranda età di 89 anni, potrebbe benissimo dare del filo da torcere ai gamer più giovani.

Secondo Hamako Mori (a. k. a. Gamer Grandma) i videogiochi possono aiutare a tenere la mente sempre allenata e giovane, anche quando la vecchiaia sembra incombere inesorabilmente.

Il suo amore per il mondo videoludico è iniziato nel lontano 1981, quando nel mercato giapponese fece capolino il Cassette Vision di Epoch. Da allora, per quasi 40 anni, Hamako Mori, originaria di Tokyo, ha visto questo mondo crescere grazie a Famicon e titoli come The Legend of Zelda e Dragon Quest.

E come ogni videogiocatore moderno che si rispetti, anche le ha un canale YouTube, dall’eloquente nome di Gamer Grandma, nel quale, da circa quattro anni a questa parte, pubblica i suoi gameplay.

La qualità grafica dei titoli più recenti è davvero incredibile. Penso sia fantastico aver vissuto così a lungo.

Queste le sue parole in un’intervista rilasciata per Game Spark:

A mano a mano che si invecchia, mi sento di raccomandare giochi single-player rispetto a quelli multiplayer. Trovandoti sul campo di battaglia con giocatori più giovani, è inevitabile che tu li rallenti… Ma credo che con il crescere del numero di giocatori più anziani, ci saranno server dedicati e questo non sarà più un problema.

Giocare ai videogiochi previene la demenza. Se lavori nel settore della moda o pratichi uno sport, arriverà un momento in cui non potrai più dedicarti a questi hobby. Ma anche invecchiando, è sempre bello continuare a giocare.

Insomma, i videogiochi non istigano alla violenza (come qualcuno, a capo di una delle nazioni più potenti al mondo, vuole farci credere) ma, anzi, aiutano a vivere più a lungo e a mantenersi in forma (a patto, ovviamente, di non esagerare).

Che cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Kotaku

...e questo?
microfonista con pantaloncini rosa Star Wars
Star Wars: addio a Ken Nightingall, il famoso microfonista con i pantaloncini rosa