X-Men: i poteri del casco di Magneto sono un’invenzione cinematografica ma hanno origine nei fumetti

magneto x men con casco

Negli ultimi tempi si è molto parlato del casco di Magneto, il principale antagonista della saga cinematografica X-Men di 20th Century Fox, e dei suoi poteri che sarebbero un’invenzione creata ad hoc proprio per i film dedicati ai mutanti Marvel.

Una discussione su X riguardante il primo film degli X-Men del 2000 e in cui si discuteva del casco di Magneto (Ian McKellen) ha attirato l’attenzione dello sceneggiatore David Hayter, il quale ha spiegato come è nata l’idea che l’elmetto potesse bloccare i poteri telepatici del Professor X (Patrick Stewart).

“Tutto è successo quando il regista Brian Singer ha chiesto: «Perché Xavier non si limita a far addormentare Magneto o qualcosa del genere?»”, ha rivelato Hayter.”Nessuno ha saputo rispondere. Perciò decidemmo che era merito del casco”.

Un Fenomeno in famiglia

Tuttavia, sebbene si tratti di un’invenzione cinematografica, caratteristica del personaggio di Magneto mai apparsa nei comics precedenti al film, nonostante successivamente si sia fatta strada nel canone dei fumetti Marvel, è proprio nelle storie a fumetti originali degli X-Men che ritroviamo l’idea di un elmo in grado di bloccare i poteri di Charles Xavier.

È stato infatti con Fenomeno (Juggernaut in originale), personaggio superforzuto tra l’altro fratellastro di Xavier, che appare per la prima volta un copricapo in grado di renderlo immune ai poteri di telepate del Professor X

Nonostante sia noto come Brian Singer abbia espressamente vietato al cast del film di leggere i fumetti degli X-Men, è molto probabile che in seno al team di sceneggiatori del primo film su mutanti Marvel ci fosse qualcuno che avesse familiarità con l’elmo “protettivo” di Fenomeno, cosa poi sfruttata per il personaggio di Magneto per controbilanciare gli enormi poteri di Xavier.