Omicidio in diretta: Nicolas Cage amerebbe tornare nel sequel del film di Brian De Palma

Omicidio in diretta Nicolas Cage

In una recente intervista rilasciata a /Film, Nicolas Cage si è seduto a parlare del suo thriller cult del 1998, Snake Eyes (in Italia arrivato con il titolo di Omicidio in diretta), affermando che amerebbe tornare in un sequel.

Nel film, Cage interpreta Rick Santoro, un losco detective della polizia che si trova nel mezzo di una cospirazione e un omicidio svoltosi durante un importante incontro di boxe in un casinò di Atlantic City. Nel film è affiancato da Gary Sinise, Carla Gugino, John Heard, Stan Shaw, Kevin Dunn, Michael Rispoli, Luis Guzman e Mike Starr.

Sebbene questo film non sia stato un grande successo al botteghino, Cage lo ha sempre guardato con affetto, soprattutto grazie alla collaborazione con il regista Brian De Palma, con cui ha sempre sperato di lavorare di nuovo.

Durante l’intervista, Cage ha dichiarato:

“Sapete una cosa? Ho cercato di lavorare con Brian da quando ho fatto quel film. Avevamo una grande sceneggiatura su Howard Hughes scritta da David Koepp. Mi piacerebbe rivisitarla. Ma ho appena scoperto che è il 23° anniversario di “Omicidio in diretta”. Non guardo i miei vecchi film, ma mi sono costretto a rivederlo perché mi sono divertito molto a lavorare con Brian, grazie al suo coraggio e alla sua capacità di fare riprese enormi”.

L’attore ha poi descritto i motivi per cui gli è piaciuto lavorare con De Palma, parlando della propensione del regista per uno stile di ripresa selvaggio che l’attore ha trovato incredibilmente adatto. Si trattava di filmare, come ha descritto Cage, senza rete di sicurezza:

“Dovevamo recitare e provare tutto il giorno. E se saltavi una battuta o sbagliavi con un oggetto di scena o altro, dovevi tornare all’inizio e rifare tutto da capo”. La chiamava ‘produzione senza rete’ ed era stimolante. C’era adrenalina in questo. Mi piacerebbe fare un sequel di “Omicidio in diretta” con Brian De Palma. È uno dei miei registi preferiti”.

De Palma, oggi 82enne, ha girato di recente il thriller poliziesco Domino nel 2019, un film di cui lo stesso regista ha detto di non essere soddisfatto. Avrebbe quindi senso che tornasse dietro la macchina da presa per riscattarsi con una scommessa sicura come un sequel con Nicolas Cage di Snake Eyes.