Naruto x Boruto: Ultimate Ninja Storm Connections accusato di utilizzare l’IA al posto dei doppiatori

Naruto x Boruto Ultimate Ninja Storm Connections

Non è un segreto che oggigiorno siano in continuo aumento le realtà che utilizzano l’intelligenza artificiale (IA) per alleggerire il proprio carico di lavoro, questo è il caso anche di Naruto x Boruto: Ultimate Ninja Storm Connections.

Il titolo di recente uscita sembra essere infatti un esempio del modo in cui l’IA ha cambiato le cose, specialmente nel rapporto tra l’azienda e i lavoratori. Bandai Namco è una delle realtà mondiali tra le più grandi nel settore dello sviluppo di videogiochi, ma pare che questo non le abbia impedito di ricorrere alla nuova tecnologia.

Secondo le recenti accuse, la compagnia avrebbe utilizzato l’IA per realizzare il doppiaggio inglese di alcuni personaggi in Naruto x Boruto: Ultimate Ninja Storm Connections. Una volta che la voce ha iniziato a diffondersi, ha continuato a crescere, anche a causa della mancanza di un comunicato ufficiale da parte di Bandai Namco che rimane in silenzio.

A sostenere questa ipotesi è intervenuto anche Maile Flanagan, la doppiatrice della voce inglese di Naruto utilizzata all’interno del videogioco che ha dichiarato: “I can GUARANTEE I did not say that line that way.” ovvero “Posso garantire di non aver detto quella frase in questo modo.” Da qui i fan hanno immediatamente iniziato a dare credito all’ipotesi dell’IA.

Recentemente l’utilizzo dell’IA ha scatenato moltissime controversie anche nell’ambiente di Hollywood, con scioperi che hanno tirato in ballo l’utilizzo della nuova tecnologia e le sue applicazioni. ora sembra che nemmeno Naruto x Boruto: Ultimate Ninja Storm Connections ne sia uscito indenne. Molti ritengono che avere a che fare con questa nuova tecnologia sia ingiusto e poco etico, sebbene per le aziende ciò rappresenti un abbattimento dei costi non indifferente.

L’IA è uno strumento che sta cambiando molte cose, così come circa trent’anni or sono fece il computer. Ci auguriamo che la società si adatti a convivere con questa novità che continuerà a crescere occupando ruoli sempre più importanti nelle aziende.

Fonte