Joker: Il mondo, con Panini l’antologia del Principe Pagliaccio del Crimine

joker il mondo

DC Comics e Panini annunciano la pubblicazione di Joker: Il mondo, un’antologia cartonata di 184 pagine che vedrà il Principe Pagliaccio del Crimine protagonista di un tour di storie mondiale.

A settembre, infatti, Joker porterà la propria consueta follia e il caos che ne consegue in giro per il mondo, con Enrico Brizzi e Paolo Bacilieri che si occuperanno di seguirlo in quel di Bologna.

Come Batman: Il mondo, volume acclamato da critica e pubblico, anche questa imperdibile antologia presenterà storie realizzate da team creativi d’eccellenza che rappresentano 13 paesi diversi, tra cui autori rinomati come Geoff Johns, Satoshi Miyagawa, David Rubin, German Peralta, Alvaro Fong Varela, Jason Fabok e molti altri. Con storie realizzate per rispecchiare in modo autentico lo stile, il tono e la sensibilità culturale di diverse nazioni del mondo, Joker: Il mondo racconterà come il supercriminale più popolare DC abbia diffuso il caos su scala globale.

Cosa fa Joker quando va in vacanza in Spagna? In che modo ha ispirato altri a seguire le proprie orme, creando copie di se stesso in Germania e Turchia? Come trova ispirazione Joker in Camerun? Solo i migliori sceneggiatori e disegnatori di ogni paese potranno fornire le risposte, in una raccolta di storie uniche che celebrano uno dei personaggi più avvincenti della cultura pop.

Joker a Bologna durante gli anni di piombo

Per Panini Comics Italia, gli incredibili talenti del pluripremiato scrittore bolognese Enrico Brizzi (Jack Frusciante è uscito dal gruppo) e del disegnatore Paolo Bacilieri (Fun, Ettore e Fernanda, Bob 84) si uniscono per vestire il Principe Pagliaccio del Crimine con panni squisitamente italiani in Joker: Strategia della tensione disponibile da martedì 17 settembre 2024

Così Panini descrive la trama della storia: “Bologna, fine anni 70. Sono gli anni del punk e della contestazione, dei tumulti e del caos. Come avrebbe potuto sentirsi il supercattivo per eccellenza se avesse visitato l’Italia in anni segnati da scontri e tensioni sociali? Il professor Joker non può che sentirsi a casa”.

“Non credo nelle coincidenze, dunque giudicate voi come posso essermi sentito nel trovare, il mattino ventoso dopo avere incontrato Paolo Bacilieri per discutere della nostra storia, una carta da gioco posata dagli zefiri sulle scale di fronte a casa” ha commentato Brizzi. “Proveniva da un mazzo da poker e sì, era proprio il Joker”.

“Per me è una prima volta in assoluto, quindi meno parlo meglio è, ma una cosa la dico: sono felicissimo di lavorare con Enrico Brizzi, che è per me un Joker in carne e ossa” ha aggiunto Bacilieri.

fonte