Il Gladiatore 2: il budget del film è stratosferico

Il Gladiatore Russell Crowe

Il budget per l’imminente nuova epopea storica del regista Ridley Scott, Il Gladiatore 2, sembra aver ottenuto un budget davvero elevato anche per gli standard odierni.

Secondo quanto riportato da THR, la cifra fissata per la produzione iniziale era di 165 milioni di dollari ma, sempre secondo lo stesso magazine, alcune fonti indicano che quando la produzione del film è terminata il budget era lievitato a circa 310 milioni di dollari.

Paramount Pictures sostiene che il costo netto dei 49 giorni di riprese è stato inferiore ai 250 milioni di dollari, ma sono molteplici le fonti che affermano che non è così. Questi addetti ai lavori dichiarano infatti che il budget “non è stato gestito”.

Il Gladiatore 2, il nuovo film di Ridley Scott, ha finito per avere un budget enorme, ma non per i motivi che potreste pensare

Una delle ragioni alla base dell’impennata del budget sembrano esser stati gli scioperi di Hollywood, durante i quali lo studio ha dovuto sborsare 600.000 dollari a settimana. In totale, si parla di circa 10 milioni di dollari. Ma c’è ancora molto altro denaro da contabilizzare.

L’articolo sottolinea anche che ci sono stati incidenti sul set e denunce di abusi sugli animali. In estate, la PETA ha inviato una lettera aperta a Scott, in cui si parlava di “denunce” di maltrattamenti di cavalli e scimmie sul set, “denunce che fonti vicine alla produzione hanno smentito, sottolineando che la Humane Society era presente sul posto durante le riprese”.

Comunque sia, 310 milioni di dollari sono un budget enorme e circa 150 milioni di dollari saranno investiti nel marketing del film. Anche se c’è una certa eccitazione per Il Gladiatore 2, esiste la concreta possibilità che il film non riesca nemmeno a raggiungere l’obbiettivo al botteghino con un budget del genere.

Quello che sappiamo per certo, invece, è che il sequel è incentrato su Lucio, figlio di Lucilla e nipote di Commodo, il figlio del leader romano Marco Aurelio che uccise il padre e si impadronì del trono. Commodo ha incontrato la sua rovina sul terreno dei gladiatori contro Massimo, che, nonostante sia stato ferito a morte, ha abbattuto l’imperatore prima di passare a ricongiungersi con la sua famiglia. Massimo aveva salvato Lucius e sua madre, lasciando un impatto duraturo sul ragazzo.

Scott ha rivelato alcuni dettagli aggiuntivi sulla storia, in particolare su Lucio, che nel film è interpretato da Paul Mescal: “(Lucio) è rimasto nella natura selvaggia per… vediamo, l’ultima volta l’abbiamo visto quando aveva 12 anni. Dopo circa 12, 15 anni, è rimasto nella natura selvaggia dopo aver perso i contatti con sua madre. Sua madre ha perso i contatti con lui. Non sa dove sia. Pensa che possa essere morto”.

Il film è interpretato anche da Denzel Washington, Connie Nielsen torna a vestire i panni di Lucilla e la star di Stranger Things, Joseph Quinn, interpreta l’imperatore Caracalla. Fred Hechinger interpreterà anche l’imperatore Geta.