Mar 28 Maggio, 2024

Le news della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Fantastici 4: Ralph Ineson sarà Galactus nel reboot del cinecomic Marvel

Dopo mesi di rumor sul nome dell’interprete di Galactus nel reboot dei Fantastici 4, i Marvel Studios hanno ufficializzato Ralph Ineson nel ruolo del villain del cinecomic Marvel che riporterà sul grande schermo il primo gruppo di supereroi della storia della Casa delle Idee.

L’attore britannico, classe 1969, è celebre soprattutto per aver vestito i panni di Chris Finch nella versione originale di The Office, Dagmer Mascella Spaccata in Game of Thrones e il mangiamorte Amycus Carrow negli ultimi tre film di Harry Potter. Ineson ha anche interpretato il cavaliere verde in Sir Gawain e il Cavaliere Verde e Nikolai Tarakanov nella miniserie Chernobyl.

Ralph Ineson ha fatto già parte del MCU prima di Galactus nei Fantastici 4

Per Ineson non si tratta del primo ruolo nel MCU, visto che ha fatto parte anche del cast di Guardiani della Galassia come pilota dei Ravager, apparendo anche in altre celebri produzioni come Star Wars: Gli ultimi Jedi, The Dark Crystal, Peaky Blinders e Sherlock.

Come Galactus, Ineson si aggiunge ala crew attoriale del nuovo Fantastic Four composta da Pedro Pascal nel ruolo di Reed Richards / Mr. Fantastic, Vanessa Kirby nei panni di Sue Storm / la Donna invisibile, Joseph Quinn in quelli di Johnny Storm / la Torcia umana, Ebon Moss-Bachrach a interpretare Ben Grimm / La Cosa, Julia Garner come Silver Surfer, oltre a Paul Walter Hauser e John Malkovich.

Chi è il Divoratore di Mondi?

Creato nel 1966 da Stan Lee e Jack Kirby in piena Silver Age del fumetto, Galactus (aka Gakan) è un gigante dalle sembianze umane noto come il Divoratore di Mondi o anche il Distruttore. La sua prima apparizione risale al marzo del 1966 in Fantastic Four #48 dove compare dopo l’arrivo di Silver Surfer, suo araldo.

Il villain ha fatto il suo debutto sul grande schermo nel film del 2007 I Fantastici Quattro: L’Ascesa di Silver Surfer del 2007, rappresentato da una sorta di nuvola cosmica in CGI, apparizzione tutt’altro che epica e in linea con la mediocrità della pellicola.

fonte

 

Ultimi articoli