Ven 14 Giugno, 2024

Le News della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Biancaneve e Wonka sono nel mirino degli attori affetti da nanismo

Gli attori affetti da nanismo si stanno arrabbiando con Hollywood per il fatto che recenti lavori di recitazione sono stati loro sottratti nei film di grande budget, come Biancaneve e i Sette Nani o Wonka. TMZ ha quindi chiesto l’opinione di Wee Man, la star di Jackass, circa il remake di Biancaneve e i Sette Nani.

“È una cosa brutta. Non sono d’accordo. Primo, perché quello che stanno facendo è praticamente sostituire i lavori che le persone di bassa statura potrebbero avere. Biancaneve e i Sette Nani… È per i nani”.

Recentemente sono trapelate alcune foto del set del remake di Biancaneve della Disney che ritraggono i sette compagni di Biancaneve nel film, e chiaramente non si tratta di sette nani. Inoltre c’è Hugh Grant che è stato scritturato come Oompa Loompa nel prossimo film di Wonka.

L’ex star della WWE e attore di Leprechaun: Origins, Dylan Postl, non è contento della Disney e ha spiegato, durante un’apparizione a Uncensored with Piers Morgan, che vorrebbe portare la sua carriera al livello successivo recitando in un film Disney di grande budget come Biancaneve. Ha spiegato che per le persone della sua comunità è già abbastanza difficile trovare ruoli a Hollywood, ed è arrabbiato con Disney per aver tolto loro quelli che avrebbero potuto essere ruoli importanti.

“Ci sono attori, attori nani, che vivono il sogno di essere in un film importante come questo remake della Disney, e ora, perché Peter Dinklage ha detto quello che ha detto l’anno scorso, ora non si ha più questa possibilità a causa del ‘progresso’. Non è giusto, perché ci sono ruoli fatti per attori della mia statura. Ruoli che non vengono mai dati. Non posso andare a cercare i ruoli di Harrison Ford o George Clooney, perché non fanno per me. Questi ruoli da nano sono per persone della mia statura e ora mi vengono tolti. Non mi sembra giusto, e non solo, ma ora, pensando alle controfigure aggiuntive o ai body double, si parla di più attori della mia statura che non ottengono questi ruoli importanti”.

Peter Dinklage si è scagliato contro la Disney un paio di anni fa, criticando il remake a causa della rappresentazione “f**tutamente retrograda” dei nani nella fiaba. L’attore aveva dichiarato: “C’è molta ipocrisia. Senza offesa per nessuno, ma sono rimasto un po’ sorpreso quando sono stati orgogliosi di affidare a un’attrice latina il ruolo di Biancaneve. Ma state ancora raccontando la storia di Biancaneve e i sette nani. Fate un passo indietro e guardate cosa state facendo. Per me non ha senso”.

Quindi, come si può immaginare, gli altri attori nani sono un po’ arrabbiati con Dinklage per queste dichiarazioni, perché ha tolto loro il lavoro.

In un’altra intervista, George Coppen, attore britannico apparso in Willow, Artemis Fowl e ne L’accademia del bene e del male di Netflix, ha espresso i suoi sentimenti riguardo al fatto che Hugh Grant abbia assunto il ruolo di un Oompa Loompa, dichiarando alla BBC:

“Molti attori (affetti da nanismo) si sentono estromessi dall’industria che amano. Molte persone, me compreso, sostengono che ai nani dovrebbero essere offerti ruoli quotidiani nelle fiction e nelle soap, ma a noi non vengono offerti quei ruoli. Una porta è stata chiusa, ma hanno dimenticato di aprire quella successiva”.

Nel trailer di Wonka, Willy Wonka incontra l’Oompa Loompa di Grant, che si trova in un barattolo di vetro, e parlando del suo aspetto, Coppen ha detto: “Gli hanno ingrandito la testa in modo che sembri più grande. (Ho pensato) che diavolo gli avete fatto?”.

Ultimi Articoli