Dom 26 Maggio, 2024

Le news della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

The Gifted: Rx – recensione

Rx, il secondo episodio di The Gifted, continua ad analizzare il difficile inserimento dei mutanti nella società umana

The Gifted è il primo appuntamento serale del mercoledì mutante di Fox. Insieme a Inumani, il serial in onda su Sky stuzzica la passione dei fan del mondo degli X-Men, sia cartacei che cinematografici, grazie ad una scelta interessante di personaggi e alla sottile, ma sempre presente citazione a contesti narrativi cari al mondo mutante di Marvel.

Il secondo episodio di The Gifted continua a muoversi sulla linea narrativa imbastita nel primo episodio, Un dono, una maledizione. Con rX, ritroviamo la famiglia Stracker in fuga, separata dal padre, che alla fine della precedente puntata veniva catturato.

L’apertura dell’episodio vede Blink (Jamie Chung) perdere il controllo dei propri poteri, mettendo a repentaglio la sicurezza del rifugio. Per via del suo potere di aprire portali, Blink inizia a creare varchi nello spazio, che rischiano di consentire alle forze di polizia di entrare nella base del movimento clandestino pro mutanti.

Per cercare di curare questo disturbo della giovane, Caitlin (Amy Acker) e Eclipse (Sean Tale) vanno in missione in un ospedale per recuperare medicine. Questo viaggio consente alla donna di comprendere come la vita dei mutanti sia in realtà una condizione più che ignorata dal resto del mondo. Anche all’interno di un ospedale, in cui si dovrebbe curare i pazienti senza distinzione, il sentimento anti-mutante serpeggia, figlio di ignoranza e preconcetti.

In questa parte dell’episodio è interessante vedere come Caitlin reagisce a questa scoperta. Da homo sapiens non ha mai dovuto preoccuparsi davvero di questo aspetto, ma ora che i suoi due figli hanno mostrato il proprio retaggio genetico non può ignorare la condizione dei mutanti. La Acker mette su schermo una madre che cerca di difendere i propri figli in modo convincente, specialmente nel suo percorso di presa di coscienza della realtà.

the gifted 2 2

Una battaglia che anche il marito Reed (Stephen Moyer)sta vivendo. The Gifted sembra voler puntare molto sul ribaltamento di fronte, mostrando personaggi alle prese con la perdita dei propri punti saldi. Da procuratore che indagava sul caso dei mutanti, Reed viene ora messo nel ruolo di indagato da un agente governativo che odia profondamente i mutanti, ritenuti responsabili della figlia.

Su Redd si abbatte la scelta di come tenere al sicuro la propria famiglia, soprattutto a quale costo. Su questo fanno leva le autorità, che non esitano ad usare ogni mezzo, per arrivare al loro vero obiettivo: la rete clandestina mutante.

In tutto questo, vediamo la vita da carcerata di Polaris (Emma Dumont). La figlia di Magneto deve adeguarsi alla sua nuova vita dietro le sbarre, un ambiente in cui i mutanti sono ancora più odiatati, soprattutto perché dotati di collari inibitori che ne eliminano i poteri. Il carattere ribelle di Lorna non aiuta certo la giovane ad integrarsi, troppo focalizzata sulla fuga e non ancora capace di affrontare una dura vita come quella carceraria senza i propri poteri. D’effetto la scena della doccia, dove la tinta dei capelli svanisce lasciando emergere la tipica chioma verde di Lorna!

the gifted 2

The gifted con rX dimostra una solidità narrativa non indifferente, cercando di inserirsi al meglio all’interno dell’universo dei mutanti. I riferimenti agli esponenti più celebri della famiglia mutante (X-Men, Confraternita, Fronte di Liberazione Mutante) non mancano, venendo presentati con una naturalezza che rende ancora più intrigante il serial di Fox. Rimane la curiosità di scoprire quale collegamento ci sia fra la serie e l’X-universo, soprattutto in funzione del citato episodio del 15 luglio, che pare essere un incidente mutante che ha colpito profondamente la comunità.

Ultimi articoli