Anno Domini 1252: recensione del gioco di ruolo old school in solitario

anno domini 1252 gioco di ruolo

Anno Domini 1252 è un gioco di ruolo in solitario in cui si vestono i panni di una creatura maledetta nella Bretagna del XIII secolo contro la Santa Inquisizione. GdR in solitario? Ebbene sì, ma questa non è l’unica peculiarità del gioco. Infatti, Anno Domini 1252 è anche un gioco di ruolo old-school che si rifà ai sistemi delle prime edizioni di Dungeons and Dragons.

Noi l’abbiamo provato e siamo qui per condividere le nostre impressioni!

Anno Domini 1252: come si gioca?

Anno Domini 1252 (manuale in bianco e nero, stampato e distribuito da drivethrurpg) è stato scritto ed ideato da Giovanni Poli, autore del romanzo horror Isaihas edito da Myth Press. Poli conferma la sua passione per le creature maledette con questo gioco di ruolo in cui vestiremo i panni di una di quelle entità corrotte, come ad esempio la Strega o il Vampiro, che ebbero tanta risonanza nelle leggende medievali. In questo gioco di ruolo il “male”, così come veniva identificato dalla Chiesa, esiste e noi saremo pronti ad attaccare coloro che ci danno la caccia.

L’ambientazione è la Bretagna nel 1252, data presa a mo’ di simbolo ma che ci catapulta in un periodo storico movimentato da molti cambiamenti e in un luogo dello scenario europeo ricco di folklore e leggende. Se non sapete assolutamente nulla della Bretagna del XIII secolo (non è di certo una colpa!), di eresie e Santa Inquisizione, l’autore del gioco ha arricchito il manuale base con numerosi approfondimenti di tipo geografico e storico che vi aiuteranno a giocare senza problemi, ma soprattutto a capire il tipo di atmosfera che questo GdR vuole evocare.

anno domini 1252 gioco di ruolo

Si tratta di un gioco di ruolo in solitario old-school, definizione che all’inizio può lasciare un po’ confusi. In realtà Anno Domini 1252 è un gioco di ruolo con un sistema di regole molto semplice e che ci permette di iniziare a giocare da soli in una manciata di minuti. Il fulcro del gioco riguarda la preparazione delle mappe. Saremo noi a ideare il background del nostro personaggio, perché si trova in un determinato luogo, quali sono le sue peculiarità fisiche e caratteriali e il perché e il momento in cui è alla ricerca delle sue vittime/carnefici. Queste possono trovarsi, ad esempio, in una catacomba, in un luogo di culto o anche in una misteriosa foresta.

Il metodo proposto da Anno Domini è il generatore casuale di Dungeon (RDG), con l’obiettivo di creare un GdR che possa farci giocare per molte ore. A questo punto basta munirsi di fogli A4 o di un quaderno, di una matita e di una gomma, e disegnare le stanze dal basso verso l’alto. Decidiamo se vogliamo esplorare un Edificio o un Dungeon (possiamo scegliere a caso con un d20) e tiriamo un d6 per definire l’ingresso, e poi un d20 per tutti i successivi ambienti (le stanze e gli edifici che disegneremo a seconda del tiro di dado si trovano sul manuale di Anno Domini 1252). Non è per forza tutto automatico: sarà la nostra immaginazione e la nostra fantasia a, eventualmente, modificare la disposizione delle stanze secondo le necessità di gioco.

Sempre tramite tiri di dado casuali andremo a definire che cosa incontreremo all’interno dei dungeon, dai nemici ai tesori. Anche il combattimento risponde a regole molto semplici: basta tirare un d20 e aggiungere dei valori che avremo nella Scheda Personaggio. Nel manuale troverete tutte le altre regole relative al combattimento come l’utilizzo di armi, la magia, l’acquisizione di Esperienza e altre caratteristiche peculiari di Anno Domini 1252 come la Reputazione.

anno domini 1252 GdR

Classi e prime avventure

Una delle caratteristiche distintive di Anno Domini 1252 è la presenza di sei Classi Personaggio che riguardano entità del mondo fantastico e leggendario contro le quali si scagliava la morale dell’epoca. Cavalieri Templari, Crociati, Cacciatori di Taglie, Vescovi, ma anche contadini o folle inferocite sono gli antagonisti contro i quali il nostro personaggio si dovrà scontrare. Le Classi di Anno Domini tra le quali potremo scegliere sono: Bestia degli Inferi, Eretico, Mutaforma, Negromante, Strega e Vampiro. Per ciascuna di esse il manuale fornisce una descrizione dettagliata e il modo per completare la Scheda Personaggio.

  • La Bestia degli Inferi è un essere umano ormai completamente trasformato dal Maligno. Da scegliere per vestire i panni di un potente guerriero assetato di sangue.
  • L’Eretico è uno studioso che si è allontanato dalle Sacre Scritture abbracciando convinzioni dettate dal Maligno, il quale in cambio gli ha donato nuovi e terribili poteri.
  • Il Mutaforma è una creatura che ha scoperto di essere in grado di trasformare il proprio corpo in diversi modi e a seconda delle necessità.
  • Il Negromante è un custode dei segreti e degli incantesimi della Magia Nera, il suo obiettivo è quello di aumentare sempre di più il proprio potere.
  • Tra le Classi non poteva mancare la Strega. Che decidiate di vestire i panni di una signora dal brutto aspetto col mantello o di una donna particolarmente abile con le erbe, questa è la vostra Classe.
  • Il Vampiro è una creatura dall’animo nero come la notte, costantemente desiderosa di togliere alle proprie vittime tutto il sangue, ma anche i sentimenti e le emozioni.

Scelto il personaggio e definite le sue caratteristiche secondo i modi descritti nel manuale, potrete partire all’elaborazione della mappa di gioco, e quindi a giocare!

Soprattutto se non siete avvezzi all’old school vi consigliamo di seguire l’avventura introduttiva già presente nel manuale che vi guiderà passo passo in una storia ambientata nel borgo di Chamerix, distrutto a causa della presenza del nostro personaggio. In commercio esiste anche l’espansione Il Forte di Bard, un’avventura per personaggi ai primi livelli che può essere anche giocata in continuazione con l’avventura introduttiva presente nel manuale base. Le ho provate entrambe e le consiglio per entrare al meglio nell’atmosfera cupa e vendicativa di Anno Domini 1252.

anno domini 1252 interni

Tra i materiali di gioco pubblicati che non si trovano nel manuale base, segnalo anche il modulo storico-geografico dal titolo Il Ducato di Bretagna. Si tratta di un ottimo supporto per giocare ad Anno Domini 1252 perché fornisce informazioni dettagliate sulla Bretagna del XIII secolo con approfondimenti che vanno dalla descrizione delle città principali, la descrizione della struttura della società medievale, fino a un elenco delle principali eresie. Anche in questo fascicolo troverete una nuova avventura in RDG dal titolo Esplorando la Foresta di Brocèliande.

Sarò di parte, ma essendo un’appassionata di questo periodo storico per me è stato un vero piacere leggere questo modulo aggiuntivo e lo reputo un valido aiuto per tutti i giocatori di Anno Domini (non si smette mai di imparare anche grazie ai giochi di ruolo!).

anno domini 125 gdr interni

Conclusioni alla nostra recensione

Anno Domini 1252 è un gioco di ruolo che propone un approccio al GdR un po’ diverso rispetto a quello a cui siamo comunemente abituati. Un po’ perché si tratta di un gioco old-school, tipologia che negli ultimi anni sta tornando nelle librerie ma che tanti nuovi giocatori potrebbero non conoscere. Ma soprattutto perché propone, in combinazione, anche un gioco in solitario. Questo però non dovrebbe destabilizzarci perché in realtà la semplicità delle regole e il fascino dell’ambientazione fanno di Anno Domini 1252 un ottimo prodotto che ci permette di poter giocare moltissime ore in maniera divertente e con un lavoro di immaginazione e creatività personale che difficilmente potremo trovare in altri prodotti.

Queste sue caratteristiche sono anche, dall’altro lato della medaglia, degli ipotetici fattori di criticità. Questo perché spesso si gioca ai GdR in solitario per esplorare le emozioni e la psicologia del proprio personaggio attraverso i vari metodi proposti dai regolamenti. Invece, in Anno Domini 1252 questo elemento non è previsto dal sistema di regole (si può comunque implementare) perché si tratta di un gioco old-school, quindi basato sull’esplorazione delle mappe e il combattimento contro i nemici. Parallelamente non avrebbe senso giocare Anno Domini in gruppo perché attualmente esistono in commercio altri prodotti che propongono un sistema di regole con impronta old-school più adatto a giocare in gruppo.

Altra domanda che potrebbe nascere spontanea: ma, a questo punto, non sarebbe meglio giocare a un librogame? Alcuni potranno rispondere sì, ma è solo con un gioco di ruolo che abbiamo la possibilità di fare uso della nostra immaginazione e creatività per la creazione della storia; cosa che non avviene in un racconto già ideato da altri.

Se invece siete curiosi riguardo il tipo di approccio di Anno Domini 1252 (oppure siete proprio alla ricerca di un old-school in solitario) allora non posso che consigliarvi di dare un occhio al manuale. La ricchezza di dettagli, la semplicità del sistema di regole, la preparazione dell’autore che traspare ad ogni pagina non potranno che farvi apprezzare questo GdR. Io per ora ho provato solo il Vampiro (nemmeno a dirlo!), ma mi preparo a scegliere una nuova Classe per una nuova avventura!

Potete trovare ulteriori informazioni sul gruppo Facebook dedicato ad Anno Domini 1252.

anno domini 1252 gioco di ruolo
Anno Domini 1252
Anno Domini 1252 è un gioco di ruolo in solitario in cui vestiremo i panni di una creatura maledetta nella Bretagna del XIII secolo contro la Santa Inquisizione. Non solo si tratta di un GdR in solitario, ma Anno Domini è anche un gioco old-school che propone il sistema della creazione casuale dei dungeon (RDG). Queste sue caratteristiche potrebbero far storcere il naso, ma se siete incuriositi da questo approccio di gioco non posso che consigliarvi di dare un occhio al manuale. La semplicità delle regole e il fascino dell'ambientazione fanno di Anno Domini 1252 un ottimo prodotto che ci permette di poter giocare moltissime ore in maniera divertente e con un lavoro di immaginazione e creatività personale che difficilmente potremo trovare in altri prodotti.
Pro
Gioco dal regolamento semplice, adatto sia ai neofiti che ai giocatori esperti
Manuale scritto in maniera chiara e che riesce ad analizzare, senza appesantire, l'ambientazione di gioco nella sua parte storica, geografica e religiosa
Si vestono i panni dei "cattivi", creature assetate di sangue in cerca dei loro inseguitori
Contro
Approccio al gioco un po' particolare (GdR in solitario old-school) che potrebbe non incontrare i gusti di tanti giocatori
Pur essendo un GdR in solitario, il regolamento non prevede momenti di introspezione personale o crescita emotiva del personaggio, elementi che di solito spingono a giocare da soli. Questo è comunque in linea con il sistema old-school
7
Voto Finale