happosai ranma ladro di mutandine

Giappone: arrestato il ladro di mutandine del Kyushu (aveva rubato 730 capi di intimo femminile)

Tetsuo Urata, 56enne giapponese residente nella famosa cittadina termale di Beppu situata nel Kyushu, è stato arrestato con l’accusa di essere il famigerato ladro di mutandine.

L’uomo sembra quasi aver voluto imitare le gesta di Happosai, celebre personaggio di Ranma ½, arzillo vecchietto fissato con gli slip femminile che non perdeva occasione di trafugare da ogni dove, è accusato di aver sottratto centinaia di capi di intimo femminile da varie lavanderie a gettoni.

Centinaia di mutandine e reggiseni trovati in casa del ladro emulo di Happosai

Sono la bellezza di 730 i “trofei” feticisti che la polizia ha rinvenuto a casa dell’uomo, con le autorità che hanno addirittura filmato tutta la refurtiva.

Nel video che trovate qui di seguito, mandato in onda con un servizio dell’emittente nipponica ANN News, è possibile vedere l’impressionante distesa di mutandine, reggiseni, body e altro abbigliamento intimo femminile che copre il pavimento di quella che sembra essere una grande palestra.

La polizia della città di Beppu è arrivata alla cattura dell’emulo di Happosai, che ricordiamo era solito sgattaiolare qui e là con un sacco pieno di mutandine sulle spalle, dietro la segnalazione di un ragazzo. Dopo aver pedinato l’uomo fino al suo appartamento, gli agenti hanno fatto scattare le manette ai polsi di Urata che ha subito confessato il suo perverso crimine.

mutandine

La scorsa primavera, sempre in Giappone, era successo qualcosa di analogo, con un uomo sorpreso a trafugare degli slip da uno stendino incustodito. In quell’occasione il ladro di mutandine era stato fotografato mentre si dava alla fuga e, successivamente, beccato in casa dalla polizia con oltre 400 capi di intimo femminile di dubbia provenienza.

Mostra Commenti (0)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments