Coalitions: il nuovo gioco di Phalanx è su Kickstarter

COALITIONS PHALANX Kickstarter

Phalanx (Annibale e Amilcare, U-boot) ha da poco lanciato la sua nuova campagna Kickstarter per il finanziamento di Coalitions, un nuovo gioco da tavolo a tema storico.

Con Coalitions Phalanx ci riporta nel periodo a cavallo fra il XVIII ed il XIX secolo

La rivoluzione francese e le guerre napoleoniche furono un periodo piuttosto tumultuoso sia in Francia sia nel resto del Vecchio Continente. Ed è in questo frizzante periodo storico che è ambientato ​​Coalitions, l’ultimo gioco da tavolo edito da Phalanx, su Kickstarter proprio in questi giorni.

Coalitions è un gioco di negoziati e conflitti ambientato ai tempi delle guerre rivoluzionarie e napoleoniche. Mentre manovrano tra la neutralità e l’adesione a una delle coalizioni, i giocatori si contendono il dominio dell’Europa. La vittoria può essere ottenuta vincendo battaglie e controllando territori contesi. Si gioca su un tabellone che raffigura una visione molto semplificata dell’Europa e che richiama una mappa disegnata dai diplomatici durante il fervore dei negoziati.

Potremo scegliere una delle sei maggiori potenze europee del tempo: Francia, Gran Bretagna, Austria, Russia, Prussia e Impero Ottomano, ognuna dotata di un certo numero di territori e di una propria schiera di generali, unità e carte battaglia personali.

Coalitions è un titolo per 1-6 giocatori, dai 14 anni in su, che si gioca in contemporanea ed ha una durata di 60-120 minuti a partita.

I turni sono guidati dalla Ruota della Guerra, ed in ciascuno di essi ogni nazione può eseguire solol’azione indicata sulla ruota stessa. A turno riscuoteremo tasse ed entrate, mobiliteremo truppe, svolgeremo azioni diplomatiche, collezioneremo punti vittoria, muoveremo unità e condurremo battaglie. Indipendentemente dalla situazione, i tempi di inattività saranno ulteriormente ridotti grazie alla presenza di una caratteristica unica delle Coalizioni: il sistema Activator.

Quando la Ruota della Guerra indica che è la fase di Movimento della nazione, quella nazione deve indicare un’altra nazione non alleata e nominarla come Nazione Attivatrice. Quindi, dopo aver eseguito il Movimento, la nazione può rivolgersi all’Attivatrice per ottenere il permesso di muoversi ancora per la seconda e anche terza volta, cosa che favorisce un’intensa interazione data dalle trattative diplomatiche che scaturiranno al tavolo per ottenere questi “permessi”.

Le azioni di movimento spesso porteranno alla battaglia e a vincere sarà la nazione che impegnerà la forza maggiore, che sarà conteggiata a seconda del numero e della forza dei generali e delle unità che partecipano alla battaglia ma anche dal supporto della carte battaglia. Inoltre eserciti in territori adiacenti potranno supportare la battaglia aggiungendo la loro forza.

Dopo una battaglia vittoriosa, il territorio conquistato potrà essere presidiato dal vincitore mentre le unità sconfitte verranno distrutte e rimosse, mentre il generale sconfitto si ritirerà dal gioco. Qualsiasi territorio non originalmente controllato o conteso porterà alla nazione controllante entrate aggiuntive e/o punti vittoria nei round successivi.

La campagna Kickstarter per Coalitions ha già raggiunto l’obiettivo minimo per il finanziamento quando mancano ancora 25 giorni dalla fine della stessa ed è prevista anche una versione in italiano del gioco al raggiungimento di almeno 150 backer provenienti dallo stivale (al momento sono circa una trentina sugli oltre 600 che già hanno finanziato il progetto di Phalanx).