Studio Ghibli lancia la collezione di abbigliamento da casa ispirato alla sue eroine

linea abbigliamento eroine studio ghibli

Che si tratti della dolce e servizievole Kiki, dell’impavida Arrietty, della coraggiosa Sheeta o della risoluta Nausicaä, le eroine dello Studio Ghibli hanno da sempre affascinato gli spettatori e conquistato i favori di tutti i fan delle opere del celebre studio di animazione giapponese.

Per permettere agli appassionati di rivivere quotidianamente le mille avventure di queste stupende protagoniste di altrettanto meravigliose storie, l’azienda che gestisce il negozio di merchandising di Studio Ghibli ha lanciato una collezione di abbigliamento lougewear dedicata proprio a questi personaggi.

Comodi e belli ecco i vestiti ispirati alle eroine dello Studio Ghibli

Gli abiti ideati da Benelic non potevano che essere fantasticamente semplici e comodi, proprio in pieno stile Ghibli, presentando capi facili da indossare e dai colori vivaci e accattivanti.

Si passa da un abito scuro che è praticamente identico a quello indossato dalla simpatica streghetta di Kiki consegne a domicilio, con un nastro rosso sulla schiena che rimanda al fiocco con cui la protagonista dell’anime tiene legati i suoi capelli.

Di un’allegra tonalità rossa è invece la veste ispirata al vestitino della minuscola prendimprestito di Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento, con deliziose decorazioni agli orli della gonna e delle maniche e un ricamo della protagonista del film.

Infine un abito ceruleo (con buona pace della “spietata” Miranda Priestly) dedicato a due eroine Ghibli: Nausicaä e Sheeta rispettivamente da Nausicaä della Valle del Vento e Laputa – Castello nel cielo.

Anche se si tratta di una collezione di abbigliamento da casa, ciò non vuol dire che non si può (anzi si deve) fare sfoggio di questi particolari outfit anche fuori dalle mura domestiche. Infatti, per ognuno di questi comodi abiti, sono state realizzate anche delle pratiche pochette utili per riporre all’interno oggetti personali come chiavi e documenti.

Cosa ne pensate? Qual è il vostro preferito? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

 

fonte