Il Castello di Dracula è stato trasformato in centro vaccinale Covid-19 (anche per i turisti)

vaccino covid 19 nel castello di dracula

Con la speranza di incentivare le vaccinazioni Covid-19 in Romania, quello che la leggenda racconta essere il castello in cui Bram Stoker ha ambientato il suo Dracula è stato trasformato in un centro vaccinale.

All’interno del sinistro maniero, infatti, turisti e cittadini invece di imbattersi in un vampiro che brama di poter succhiare del sangue, trovano dei medici (con tanto di sticker a forma di denti sui loro camici) che dispensano dosi di vaccino Pfizer a tutti coloro che visitano il Castello di Bran del XIV secolo situato nella Romania centrale.

Il Castello di Dracula trasformato in hub vaccinale Covid-19

Secondo quanto riportato dalla BBC, la popolazione rumena sembra poco incline e farsi vaccinare, con quasi la metà dei rumeni che afferma di non essere affatto disposta a ricevere il vaccino. La Romania ha registrato poco più di un milione di infezioni dall’inizio della pandemia e quasi 29.000 morti per Covid-19.

Ecco, dunque, che nell’ambito della campagna sanitaria del governo di Bucarest che mira a vaccinare 10 milioni di persone entro settembre, le autorità rumene sperano di spronare la popolazione tirando in ballo il mito di Dracula e il castello che in molti credono sia stato l’origine della leggenda del Signore delle Tenebre.

Dosi di vaccino Pfizer per incentivare i turisti a visitare il castello di Dracula

Oltre allo scopo meramente sanitario, il governo spera che l’apertura dell’hub vaccinale covid-19 nel Castello di Dracula faccia affluire più persone nella regione dei Carpazi dove è situata la struttura turistica, visto che il numero dei turisti è diminuito drammaticamente dall’inizio della pandemia da Coronavirus.

Nel caso qualcuno volesse unire l’utile al dilettevole e farsi vaccinare nella dimora che pare sia stata quella del principe Vlad “l’Impalatore”, personaggio storico su cui si basa il mito di Dracula, sappiate che il castello sorge tra le foreste ai piedi della catena montuosa dei Carpazi, a 170 km a nord di Bucarest.

Ovviamente assicuratevi (presso le autorità rumene) che la cosa sia fattibile anche per eventuali turisti stranieri prima di partire e, se dovreste ritrovarvi due segni di puntura invece di uno… sappiate che non si tratta del richiamo, ma potreste essere stati morsi direttamente da Dracula in persona.