Perseverance: “ammartaggio” confermato! Il rover è su Marte

NASA Perseverance

Touchdown confirmed!”. È con queste parole che ieri sera, alle 21.55 ora italiana, puntuale come un orologio svizzero (magari il mio solito treno fosse così puntuale!), la NASA ha confermato l'”ammartaggio” di Perseverance nel cratere Jazero. Contemporaneamente, l’account Twitter dedicato alla missione, in cui il rover Perseverance parla in prima persona, twittava:

Sto bene e sono su Marte. La Perseveranza vi porterà ovunque.

Tutto si è svolto nel migliore dei modi durante l’ammartaggio di Perseverance, primo artefatto umano a raggiungere Marte da quasi 9 anni

Dopo poche decine di secondi da quando il rover da una tonnellata ha toccato il suolo, ci sono giunte le prime immagini da Marte. Si tratta di foto in bianco e nero riprese dalle telecamere di servizio, utilizzate dagli ingegneri della NASA soprattutto per diagnostica e controlli del robot.

In queste ore stanno appunto avvenendo tutte le diagnostiche ai sistemi, necessarie dopo un viaggio di quasi 7 mesi e 500 milioni di chilometri, senza dimenticare la discesa verso la superficie, i 7 minuti di terrore.

Le prime immagini in alta risoluzione e a colori, simili a quelle a cui ci ha abituato il rover Curiosity, dovrebbero arrivare nelle prossime ore. Nel frattempo possiamo notare come la fase in cui Perseverance, durante la discesa, sceglieva il posto migliore dove ammartare si è svolta nel migliore dei modi. Intorno al rover non si vede che regolite e piccoli massi, ed anche la NASA ha espresso soddisfazione per la riuscita praticamente perfetta della discesa.

Chi si fosse perso le immagini in diretta ieri sera può apprezzare in questo brevissimo video le fasi salienti dell’ammartaggio del rover Perseverance.

Buon lavoro, Perseverance!

...e questo?
vaccino coronavirus
Vaccino Covid: ecco il sito che ti dice quando sarai vaccinato