Undiscovered Country – Destino: recensione del distopico fumetto di saldaPress

undiscovered country saldaPress

Quando a luglio saldaPress annunciò l’arrivo in Italia di Undiscovered Country, il fumetto distopico di Image Comics candidato agli Eisner Awards 2020 come miglior nuova serie, l’eccitazione per quello Robert Kirkman ha definito come l’erede di The Walking Dead si è palesata in un unico pensiero: devo assolutamente leggerlo.

Dopotutto la serie scritta da Scott Snyder (Batman) e Charles Soule (Daredevil) con i disegni (ma anche l’importante influenza co-creativa) del nostro Giuseppe Camuncoli (The Amazing Spider-Man, Darth Vader, Hellblazer) e Daniele Orlandini (Darth Vader) e i colori di Matt Wilson (The Wiched + The Divine, Paper Girls), al suo debutto in patria nel 2019 è andato tutto esaurito in un battito di ciglia. Questo solo per anticipare che stiamo parlando di un fumetto che ha raccolto tantissime lodi negli USA e che adesso si prepara, con il suo arrivo nelle librerie e fumetterie italiane il prossimo 10 novembre, a saggiare il pubblico del Bel Paese, platea solitamente attenta a questo genere di storie ma non proprio facile da accontentare.

Scopriamo l’America distopica e folle di Undiscovered Country con la recensione di Destino, il primo numero del fumetto di punta di Image Comics edito da saldaPress

Iniziamo dalla storia che è alla base di Undiscovered Country e che cominceremo a scoprire con questo primo volume intitolato Destino, una storia che segue, in un certo senso, il percorso economico-sociale che gli States contemporanei hanno intrapreso negli ultimi anni, raccontando gli USA in una maniera davvero particolare, una realtà che le ultime notizie provenienti da oltreoceano sembrano quasi voler avallare.

A causa di un tremenda pandemia (ma guarda un po’) che sta decimando la popolazione mondiale, mettendo a rischio l’esistenza stessa dell’umanità, gli USA si sono ormai autoisolati da 30 anni mentre l’Alleanza Afro-Europea e la Zona di Prosperità Pan-Asiatica, le due superpotenze globali, continuano a lottare fra loro (e contro il virus) per raggiungere i predominio economico e politico. Gli USA, intanto, è come se non esistessero, nessuno ci mette piede da decenni e nessuno sa cosa succeda all’interno dei confini americani protetti da un muro altissimo che impedisce sia l’ingresso che l’uscita dalla nazione.

Il paese è ritornato a essere un nuovo mondo inesplorato, diventando di nuovo un’area da scoprire che ha abbracciato un’idea di autosufficienza e autoisolamento che rende gli USA praticamente “invisibili” a tutte le altre nazioni del mondo piegate dalla pandemia.

La situazione muta però in maniera imprevedibile quando proprio dall’interno degli Stati Uniti, attraverso un messaggio segreto che valica i confini della nazione reclusa, arriva la notizia della scoperta di un vaccino. Dal resto del mondo partono dunque due piccole spedizioni che entrano illegalmente e simultaneamente negli States, una da est e una da ovest, viaggiando verso il cuore di questo paese sconosciuto e perduto, alla ricerca della verità mentre provano a sopravvivere a una realtà di cui nessuno ha più avuto notizie da 30 anni.

undiscovered country destino saldaPress 9

Un inizio che affascina e che sorprende il lettore in pochissimo tempo

L’incipit, ovviamente, pur generato da un’idea di un futuro distopico non troppo lontano, è quanto di più vicino alla realtà si potesse mai immaginare e, se consideriamo che Snyder e Soule hanno cominciato a lavorare su Undiscovered Country in tempi non sospetti, si potrebbe quasi affermare che la loro immaginazione creativa sembrerebbe sconfinare nella preveggenza.

Insomma, i nostri due Nostradamus attraverso questo primo volume ci fanno però capire come la loro opera sia qualcosa di attentamente preparato, un susseguirsi di eventi che aprono a nuovi scenari e portano il lettore a volerne sapere sempre di più, sensazione di dipendenza che, molto probabilmente, rappresenta quell’anelito particolare che ha “convinto” Kirkman a battezzare questa serie come l’erede del suo TWD riconoscendo nel fumetto quella sorta di una sorta di reazione a catena che la saga zombi  ha quasi elevato a topos narrativo: apocalisse, crollo del mondo come lo conosciamo, nascita di un ordine nuovo.

Tuttavia, a fronte di un inizio narrativo che quasi ci illude di introdurci nella realtà sconosciuta di un paese che ha deciso di isolarsi dal resto del mondo, Undiscovered Country – Destino ci catapulta verso qualcosa di completamente inimmaginabile e folle. Valicando segretamente le alte mura che circondano gli Stati Uniti non troviamo qualcosa di “ibernato”, una situazione facilmente ipotizzabile come cristallizzata al momento stesso della chiusura dei confini, ma incredibilmente veniamo catapultati in un nuovo mondo.

undiscovered country destino saldaPress 12

All scoperta dalla “nuova” America

Quella che Scott Snyder e Charles Soule riescono a regalare al lettore, è una sensazione che crediamo non molto dissimile da quella provata dai primissimi esploratori europei che si avventurarono negli odierni USA tra il XIV e il XVIII secolo. Una terra sconfinata piena di stranezze, le stesse stranezze che la nostra prima squadra di “infiltrati” si trova davanti agli occhi fin da subito. In un maelström che mette insieme fantascienza, fantasy, scenari distopici a la “Mad Max”, uomini non proprio umani e creature che paiono improbabili, Undiscoverd Country – Destino spiazza il lettore che precipita in men che non si dica tra le grinfie della sceneggiatura “intrappolante” del fumetto.

Gli autori sono sempre nel pieno controllo della narrazione che in alcuni frangenti è frenetica per poi rallentare quando si tratta di far capire ai protagonisti dell’incursione (e ovviamente al lettore) che il paese in cui sono giunti è qualcosa di radicalmente diverso da ciò che tutti si aspettavano. Adesso la ricerca della cura al virus sembra passare in secondo piano, perché c’è in gioco molto di più, ci sono in gioco le vite dei protagonisti (ognuno con i propri segreti), c’è un mistero che si infittisce sempre di più, ci sono tante cose follie, si sono tradimenti, passati che ritornano e il misterioso progetto Aurora, sicuramente fulcro di una storia che ci terrà incollati alle pagine di Undiscovered Country per molto, molto tempo.

undiscovered country destino saldaPress 23

I disegni del “Cammo” Camuncoli e di Daniele Orlandini seguono alla perfezione questa scriteriata e sorprendente realtà, con le tavole sempre ricche e a tratti opulente, quasi a voler stupire sempre di più man mano che si sprofonda nella visionaria narrazione degli sceneggiatori. Stessa completezza per i colori di Wilson, tonalità che ci fanno quasi toccare con mano una sorta di ombra soffusa che il muro che circonda gli Stati Uniti sembra gettare all’interno di questa “stramba” nuova nazione.

Undiscovered Country – Destino riesce nel suo compito di farci traguardare quello che questa nuova opera di Image Comics edita da saldaPress vuole essere, ovvero un’epopea costruita su qualcosa che vuole impressionare prima di tutto. Il futuro che ci attende si prospetta ricco di misteri e di eventi che, se avranno il tempo di svilupparsi senza fretta, riusciranno a regalarci un’avventura tanto audace e imponente quanto le mura all’interno delle quali ha iniziato a dipanarsi.

Da segnalare gli ottimi ed esaustivi contenuti extra che, oltre alle tante variant cover, forniscono utilissime e interessantissime informazioni sulla genesi dell’opera nonché una comoda infografica con le date degli eventi principali che hanno portato gli Stati Uniti a “sparire dal mondo.

L’edizione saldaPress di Undiscovered Country – Destino

Considerata l’eccezionale importanza della serie, saldaPress ha scelto di pubblicare UNDISCOVERED COUNTRY anche in triplice edizione variant. Un’iniziativa molto speciale, che coinvolge altre realtà dell’editoria italiana. Si parte da un’edizione variant exclusive con slipcase e contenuti speciali in tiratura limitata a 1000 copie numerate, disponibile in fumetteria e nello shop online del sito saldapress. Si prosegue poi con tre edizioni variant limitate a 500 copie numerate: due destinate ai distributori Manicomix e Starshop che potranno essere ordinate dalle fumetterie, e una destinata ad Amazon che trovate a QUESTO INDIRIZZO.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

SALDAPRESS A LUCCA CHANGES UNA SORPRESA Se avete seguito la conferenza stampa di presentazione di Lucca Comics & Games, sapete che venerdì sabato e domenica vi offriremo un ricco programma di LIVE con grandi ospiti italiani e internazionali. Ve ne parleremo nella LIVE di presentazione di giovedì, anche se tra poco vi daremo una piccola anticipazione. Ma un’altra cosa che porteremo a Lucca – per così dire – saranno 4 grandi uscite (in tutte le loro edizioni), disponibili da giovedì 29 nel nostro shop, in vendita e pre-vendita. Stiamo parlando di GODZILLA mesile, di NEGAN È VIVO! e THE WALKING DEAD – 15° ANNIVERSARIO DI TWD IN ITALIA – CELEBRATION PACK e una sorpresa: il primo volume di UNDISCOVERED COUNTRY in pre-vendita in edizione regular e variant (le spedizioni verranno effettuate dal 12 novembre). I volumi in prevendita saranno disponibili nello shop da giovedì 29 ottobre alla ore 10 a lunedì 2 novembre alle ore 10. #undiscoveredcountrycomic #undiscoveredcountry #imagecomics #saldapress #giuseppecamuncoli #charlessoule #scottsnyder #graphicnovel #picoftheday #luccacomicsandgames #luccacomics #luccachanges

Un post condiviso da saldaPress (@saldapress_ufficiale) in data:

...e questo?
elder scroll online markarth
The Elder Scroll Online: Markarth, un’enorme e cupa bellezza – Recensione